Ballottaggio 2013 a Casa Serena. Divieto di dimora per il presidente di seggio che violò il voto segreto

cabina elettoraleDivieto di dimora a Messina per Gaetano Portaro, 36 anni, messinese, che in occasione delle Amministrative dello scorso giugno — secondo gli inquirenti — avrebbe più volte violato il diritto alla segretezza del voto, introducendosi con l’elettore nella cabina di voto, per favorire Felice Calabrò.

Nei giorni scorsi, la Digos ha notificato il provvedimento, della durata di tre mesi — emesso dal locale Tribunale del Riesame su richiesta della Procura della Repubblica di Messina — a Portaro, che sarebbe dunque ritenuto responsabile di reati di natura elettorale.

In occasione delle consultazioni amministrative del giugno 2013, infatti, il 36enne era stato presidente di seggio della sezione elettorale speciale a Casa Serena, della quale peraltro è dipendente con le mansioni di economo.

L’attività investigativa ha consentito di accertare gravi irregolarità durante le operazioni di voto relative al ballottaggio del 23 giugno, poi vinte dall’attuale sindaco Renato Accorinti.

Il presidente di seggio — sempre secondo gli inquirenti — avrebbe infatti, in modo reiterato, violato il diritto alla segretezza del voto, introducendosi nella cabina elettorale con alcuni elettori e sostituendosi agli stessi nell’apporre il segno di voto. 

(69)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *