Ancora disperso Roberto Saccà, ritrovato il 51enne. E il giorno dopo la tempesta è conta dei danni

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Risulta ancora disperso Roberto Saccà, il 74enne  commerciante messinese del quale non si hanno più notizie dal pomeriggio di ieri, quando con una telefonata alla moglie ha comunicato di essere rimasto bloccato dalla forte pioggia: ritrovato il suo scooter ma del l’uomo,  residente a Letojanni, sin’ora nessuna traccia. Esito positivo, invece, per le ricerche di un altro uomo, un 51enne di Casalvecchio Siculo, rintracciato nel suo fondo agricolo.

Intanto oggi, nella fascia ionica del messinese, tutto sembra essere tornato alla normalità. Non fosse per i detriti, il fango, che come un tappeto rivestono le maggiori vie di Letojanni, Giardini Naxos e territorio circostante, dove la paura è stata tanta, e i danni pure, parrebbe che nulla sia mai accaduto.

La circolazione sulla A18 è ripresa come sempre, con la solita deviazione all’altezza di Letojanni, dovuta alla frana dello scorso anno, che ieri aveva minacciato anche l’unica corsia, a doppio senso di circolazione, lato mare. Ma stamani la Polizia Stradale fa sapere che i detriti finiti in quella carreggiata sono stati rimossi e tutto è tornato alla ‘normalità. Ripreso pure il traffico ferroviario della tratta Messina-Catania.

Adesso, però, toccherà fare la conta dei danni per tutti i paesini di quel versante piegato dalle forti piogge di ieri, con torrenti esondati, e strade divenute torrenti che trascinavano auto, che impaurivano i residenti, rintanati in casa e con gli occhi al cielo.

Il ricordo di quanto accaduto nel 2009 a Giampilieri e paesini limitrofi, quando la terribile alluvione fece scivolare giù la montagna, causando 37 morti e danni ingenti all’intera popolazione, è sempre vivo. Messina ha paura. La Sicilia tutta ha paura. Perchè di dissesto idrogeologico si parla, di fondi per risanarlo anche, le inchieste fioriscono, i processi per disastro ambientale si concludono, ma il nostro territorio continua a cedere. Ad ogni pioggia, 5 milioni di abitanti tremano.

(716)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.