accorinti mani in alto

Aggressione Ferlisi. Il Comune si costituirà parte civile

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Anche il sindaco di Messina, Reanato Accorinti, e l’intera Amministrazione comunale esprimono solidarietà al comandante dei Vigili urbani, Calogero Ferlisi, dopo l’aggressione subita ieri durante la processione della Vara.
“Non si è trattato di un gavettone, e non bisogna banalizzare ne’ minimizzare”.
Esordisce così il Sindaco Renato Accorinti nell’esprimere l’assoluta solidarietà sua personale e dell’intera Giunta comunale al Comandante della Polizia Municipale, Calogero Ferlisi.
“Mentre svolgeva il proprio difficile compito, insieme a tanti vigili urbani, per garantire il migliore svolgimento dell’evento più importante e più atteso dalla nostra comunità, il Comandante Ferlisi e’ stato offeso, minacciato e fatto oggetto di un tentativo di aggressione da alcuni personaggi che dovranno essere individuati, anche per evitare che si generalizzi, nell’interesse soprattutto dei tantissimi cittadini che con entusiasmo e compostezza hanno partecipato alla processione della Vara”.
Il Sindaco, assicurando la costituzione di parte civile dell’amministrazione nei confronti dei soggetti che hanno agito in maniera così vile, ha aggiunto:
“La processione e tutti gli eventi di questi giorni hanno comportato un grandissimo impegno di dipendenti comunali, Polizia Municipale, comitati di cittadini, che hanno assicurato la migliore riuscita di riti tradizionali che sono particolarmente sentiti dai messinesi. Nonostante le tante difficoltà e le poche risorse ogni cosa e’ andata nel verso giusto e stamattina, grazie anche al lavoro di Messinambiente, la Città si presenta pulita a poche ore dalla fine della processione che ha richiamato fino a notte fonda tante decine di migliaia di persone per strada. Un passo alla volta stiamo cercando di raggiungere traguardi di normalità che per Messina sembravano impossibili da ottenere. Proprio per questo, ha concluso Accorinti, non permetteremo che comportamenti incivili possano trovare spazi e li contrasteremo con tutte le nostre forze.”

(417)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.