polizia municipale, contrasto abbandono rifiuti a messina

Abbandono dei rifiuti e discariche abusive a Messina: in 6 mesi multe per 154mila euro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Prosegue l’attività di contrasto all’abbandono dei rifiuti e ai reati ambientali sul territorio comunale di Messina. Negli ultimi sei mesi la Polizia Municipale ha denunciato 81 persone, sequestrato 46 veicoli utilizzati per il trasporto di rifiuti speciali pericolosi, sequestrato 26 aree trasformate in discariche abusive e staccato multe per un totale di 154.697,00 euro. Numeri, sottolineano dalla Polizia Municipale, sono vertiginosi se paragonati ad altre città italiane.

A commentare, il comandante vicario della Polizia Municipale, Giovanni Giardina: «È una lotta che ci vede impegnati in prima linea e su cui non vogliamo transigere. Non è possibile assistere ancora oggi a comportamenti di questo genere, da parte di chi non ha cura dell’ambiente in cui viviamo. Una città più pulita è possibile solo con l’aiuto di tutti».

Di seguito, il report delle attività di contrasto a questo tipo di reati, svolte dal Reparto Ambientale della Polizia Municipale, guidato degli ispettori Cosimo Peditto e Giacomo Visalli, con l’ausilio di telecamere di videosorveglianza, fototrappole e droni.

Negli ultimi sei mesi sono state deferite all’autorità giudiziaria 81 persone e sono stati posti sotto sequestro giudiziario ben 46 veicoli, utilizzati per il trasporto di rifiuti speciali pericolosi, mentre 26 sono le aree sequestrate perché destinate a discarica; 185 sono le multe da 600,00 euro per abbandono di rifiuti su suolo pubblico ai sensi degli artt. 192 e 255 D.Lgs 152/06, di questi 110 sono stati rilevati tramite videosorveglianza, mentre 19 accertati in flagranza.

Dall’ispezione dei rifiuti gli agenti sono risaliti a 32 soggetti. Multati anche condomini ed esercizi commerciali per l’errato conferimento nei carrellati, multe da 100€ ai sensi del regolamento comunale, mentre 24 sono le contestazioni per deposito incontrollato su aree private. Nel mirino del Reparto Ambientale anche i cantieri pubblici, in un caso si è accertato che i rifiuti scaturiti dalle opere in corso di realizzazione venivano smaltiti mediante abbandono in alveo torrentizio.

In appena sei mesi il totale delle sanzioni elevate è pari a 154.697,00 euro mentre le persona denunciate sono 81.

A questo link è possibile visualizzare il report completo della Polizia Municipale sulle attività di contrasto all’abbandono dei rifiuti a Messina.

FONTE: Polizia Municipale

(183)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.