norman atlantic2

Rogo “Norman Atlantic”. Il camionista messinese potrebbe essere tra i passeggeri soccorsi. Morti i 3 napoletani

Pubblicato il alle

2' min di lettura

norman atlantic2Il camionista messinese, originario di Rocca di Caprileone, il 57enne Giuseppe Mancuso, potrebbe essere fra i passeggeri saliti a bordo delle navi mercantili e portati in salvo a seguito del rogo del “Norman Atlantic”. Niente di sicuro ancora ma le ultime indiscrezioni lo darebbero tra i passeggeri usciti tragedia che ha colpito il traghetto alle 4.30 di domenica mattina.

Ma sul “Norman Atlantic” è ancora giallo. C’è una lista dei passeggeri tratti in salvo che non risponde al vero. La conta del totale delle persone a bordo, di quelle soccorse e delle morti accertate fin qui non torna. Tanta la confusione, ma si teme che gli altri tre camionisti napoletani, dati per dispersi insieme a Mancuso, invece, possano essere rimasti vittime dell’incidente. Gli inquirenti hanno già allertato le famiglie.

Quello che è certo, al momento, è che i decessi verificati nella tragedia sono saliti a  quota 10. Ma è sul numero dei dispersi che si stende il dubbio. Che i calcoli non coincidono. Secondo la Grecia sarebbero 38 le persone che non rispondono all’appello.

Tra questi, fino a poche ore fa, si faceva anche il nome di Mancuso, l’autotrasportatore messinese aveva avvisato la famiglia dell’incendio del traghetto su cui viaggiava poco dopo il verificarsi dell’incidente, successivamente il silenzio. Un silenzio che ha creato agitazione e ansia. Di Mancuso non si erano più avute notizie, nonostante i tentativi del figlio – consigliere comunale a Rocca di Caprileone – di fare luce sul luogo in cui potesse trovarsi il padre. Partito dalla Grecia, l’uomo sarebbe dovuto sbarcare a Brindisi per fare ritorno a casa e trascorrere il Capodanno in famiglia.

Sui tre napoletani, invece, si avanzava già il sospetto che potessero essere annoverati tra le vittime delle tragedia in mare. Le 10 salme, infatti, non sono state ancora riconosciute.  

Intanto, Argilio Giacomazzi, comandante del “Norman Atlantic”, e Carlo Visentini, armatore della nave, sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Bari con le ipotesi di reato di naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.  

 

(71)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.