Messina. Servizio Civile al Comune e un sindaco della notte. Le nuove proposte di Antonio Saitta

Pubblicato il alle

1' min di lettura

«Per avere una città forte domani, occorre costruire da subito una generazione che capisca come la vita pubblica sia impegno e possibilità di cambiamento». Così il candidato sindaco di Messina Antonio Saitta sottolinea la necessità di coinvolgere i giovani nella pubblica amministrazione, di avvicinarli alle Istituzioni in modo costruttivo ed educativo. Per poter realizzare questa proposta, Saitta lancia un’idea ben chiara: il Servizio Civile negli uffici comunali.

«Va organizzato e promosso un Servizio Civile negli spazi verdi di Messina, negli uffici comunali, nei campi sportivi – dichiara Saitta – a salvaguardia delle infrastrutture e del patrimonio artistico, che coinvolga i giovani, partendo da quelli in maggiore difficoltà. Bisogna essere pronti a realizzare azioni di promozione di tutti i programmi europei che possano portare risorse e nuove possibilità».

Il candidato sindaco del centrosinistra, però, si sofferma anche sulla necessità di sicurezza nei luoghi della movida.
«Messina- conclude Saitta- deve avere una vita notturna ricca, creativa e ordinata, al pari delle altre grandi città. Eppure oggi, al calar della sera, le strade della città si riempiono di gente in modo disordinato, soprattutto giovani, causando spesso disagi a molti residenti. Per ovviare a questi problemi immagino un sindaco della notte, che possa occuparsi delle esigenze dei fruitori della movida, di quelle dei residenti e degli operatori economici».

(364)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.