Elezioni Messina. Sciacca sui 1700 candidati: «Un esercito di inconsapevoli»

Gaetano SciaccaAmministrative 2018. «Un esercito di inconsapevoli manovrato dai soliti personaggi noti» così Gaetano Sciacca, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, ha definito i 1.700 cittadini messinesi che, tra Consiglio Comunale e circoscrizioni, si sono presentati per la corsa elettorale del prossimo 10 giugno.

Che questa battaglia elettorale sia abbastanza “affollata” lo dicono i numeri: alla chiusura delle liste se ne potevano contare 29 comprendenti 928 candidati solo al Consiglio Comunale. Questo, quindi, senza prendere in considerazione i numeri delle circoscrizioni. Ma ciò su cui punta l’attenzione Gaetano Sciacca, a pochi giorni dall’incontro messinese con il leader del Movimento Luigi di Di Maio, sono le motivazioni che avrebbero spinto tanti suoi concittadini a candidarsi.

Non la passione politica, ma per lo più l’inconsapevolezza, sotto la guida dei “soliti personaggi noti”: è questo l’elemento comune che, secondo l’esponente del M5S, avrebbe portato molti a concorrere alle prossime amministrative. Per il candidato pentastellato è arrivato il momento di dire “basta”: «Il voto del 10 giugno è fondamentale – ha spiegato in una nota – per dimostrare che noi messinesi non baratteremo mai più il nostro futuro per una busta della spesa».

«Siamo stufi delle grandi accozzaglie e della logica delcandida tutti” – ha concluso Sciacca. È un meccanismo perverso che, con l’inganno, continua a mortificare la politica e la sacralità delle istituzioni».

(571)

2 Commenti

  • Giancarlo scrive:

    Qualcuno gli ricordi che la candidata a sindaco del Movimento 5 stelle di 5 anni fa diceva che non si presentavano ai quartieri perché illegali. Cambiato idea?

    • Antonio scrive:

      Semplicemente 5 anni fa non avevano abbastanza candidati per i quartieri. Non credo ci sia alcun regolamento che lo impedisca. Ma ci ricordiamo tutti come andò la campagna elettorale dei M5S nel 2013, pochissima propaganda, qualche uscita infelice della candidata e poi nessuno sostegno tanto che molti pentastellati preferirono votare Accorinti (fortunatamente, secondo me).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *