Elezioni Messina. La nuova Villa Dante secondo Cateno De Luca

Villa Dante

A poco più di due settimane dalle elezioni amministrative 2018, i candidati sindaco di Messina puntano sui progetti concreti inseriti all’interno dei loro programmi elettorali per far rinascere la città dello stretto.

Cateno De Luca, a tal proposito, illustra il suo piano per un restyling di Villa Dante, che definisce il polmone verde più importante della città. «Comprendiamo facilmente il valore di questo spazio – ha affermato De Luca – e per tale motivo ci proponiamo di lanciare un progetto di rigenerazione del parco mediante un vero e proprio laboratorio urbano che si articolerà in tre diverse fasi:

  • Ascolto del territorio: mappatura dei soggetti coinvolti nel processo e raccolta delle problematiche e potenzialità di Villa Dante attraverso interviste e focus group;
  • Progettazione condivisa: evento cittadino di ascolto e raccolta delle proposte su Villa Dante. A seguire, tavoli di lavoro progettuali per definire tempi, contenuti, impegni reciproci, finalità delle proposte;
  • Fase conclusiva: verificata la fattibilità del progetto, sottoscrizione dell’Accordo con i cittadini per lo sviluppo e la co-gestione dei progetti previsti per Villa Dante. A seguire partirà una fase di sperimentazione del progetto al fine di concretizzare da subito gli esiti del processo di partecipazione.

cateno-de-luca-candidato-sindaco-messina«Villa Dante dovrà tornare ad essere quell’Agorà perduta – ha sottolineato il candidato sindaco – ove la comunità si incontra e si confronta fruendo di servizi e di standard di alta qualità per una concreta socializzazione nello stare assieme».

Oltre alla progettazione condivisa e partecipata, il progetto di riqualificazione di Villa Dante ipotizzato da De Luca prevede anche la realizzazione della copertura dell’arena presente all’interno dell’area verde, attraverso una struttura leggera mobile. Questa esigenza nasce dalla necessità per Messina di «creare uno spazio per lo sport e lo spettacolo, al centro della città, fruibile tutto l’anno».

(669)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *