Elezioni Messina. Pippo Trischitta: «Il Municipio va organizzato come un’azienda»

Pippo TrischittaAmministrative 2018, Messina. Il candidato sindaco Pippo Trischitta propone alcune modifiche al funzionamento della “macchina comunale” al fine di renderla più efficiente, partendo da un rinnovato ruolo dei consiglieri, passando per la razionalizzazione degli uffici.

«Il Municipio è un’azienda e come tale va considerato e riorganizzato – ha spiegato il candidato. I proprietari sono i cittadini e a loro, che ne garantiscono l’esistenza pagando le tasse, dobbiamo garantire i servizi, la gestione dei beni comuni, la promozione delle istanze della società civile sotto le più svariate forme».

Questo il punto di partenza della visione di Trischitta per la ristrutturazione del modo di amministrare la città. L’idea principale è quella di modificare i compiti e le prerogative del Consiglio, rendendone i membri soggetti attivi: «Il ruolo del Consigliere va valorizzato in direzione di un’attività di indirizzo e di proposizione meno superficiale e più concreta – ha spiegato. A lui va dato il compito non solo di presentare le istanze, ma queste dovranno essere istruite, corredate di tutti i dati e predisposte per la risoluzione, all’attenzione della Giunta e dello stesso Consiglio».

«Fermo restando che il Consigliere, come da istituto normativo, ha il ruolo di controllo verso la Giunta – ha specificato Trischitta – potrà comunque contribuire attivamente e non in modo passivo, alla risoluzione dei problemi, a favore di un migliore e più celere servizio alla cittadinanza. Il merito dell’azione condotta dal Consigliere sarà riconosciuto ufficialmente».

municipio-messina-sinistraPer quel che riguarda il sindaco, questi, nel progetto illustrato dal candidato, avrebbe poi la la facoltà di autorizzare i singoli Consiglieri allo studio e allo sviluppo propedeutico di azioni amministrative. Tale misura, da applicare anche alle circoscrizioni, verrebbe attuata tramite modifica del Regolamento del Consiglio Comunale.

In questo modo, attraverso la responsabilizzazione e valorizzazione del ruolo dei consiglieri, secondo Pippo Trischitta, si potrà ottenere una maggiore efficienza nello sviluppo delle pratiche amministrative. Ma non solo, ha aggiunto: «Diminuiranno le polemiche, le faziosità e le azioni ostruzioniste durante le discussioni in Aula. Il tutto senza spese aggiuntive a quelle correnti».

Tra le altre idee esposte dal candidato figura la possibilità di coinvolgere maggiormente anche il personale, dirigenti e funzionari, tramite il riordino e la razionalizzazione degli uffici, da attuare, ha spiegato Trischitta: «Attraverso l’individuazione e la valorizzazione delle competenze e delle attitudini, l’individuazione delle sacche di inefficienza e di scarsa produttività».

«La premialità sarà garantita solo per il lavoro che viene effettivamente svolto, ci sarà un incremento della formazione interna, tramite l’apprendimento permanente – ha concluso il candidato sindaco di Messina Splendida. Infine, verrà ricostituito l’Ufficio Programmi Complessi nella sede del Palacultura».

In queste ore il candidato sindaco Pippo Trischitta si trova al Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni dove sta tenendo un intervento nel corso dell’incontro su “Politiche scolastiche per l’educazione alla sicurezza”. I temi in scaletta riguardano la violenza domestica, il fenomeno del bullismo e la sicurezza nelle strade.

(94)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *