fideiussione fc messina

Esclusione FC Messina: presentata fideiussione senza firma digitale

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Emergono nuovi dettagli riguardo alla non ammissione del FC Messina in Serie C, arrivata a causa di una controversa fideiussione. Nella giornata di mercoledì 28 luglio, la LND ha emesso un comunicato del presidente della FIGC Gabriele Gravina, il quale ha enunciato punto per punto le motivazioni che hanno convinto il Consiglio Federale a bocciare la domanda dei peloritani.

La ragione principale, come già noto, era l’irregolarità della fideiussione da 350.000 euro a garanzia dell’iscrizione. La società di Rocco Arena si è rivolta, dopo essere stata respinta da altri istituti bancari, a “Credit Glorious Property Holdings Limited London”. La banca con sedi a Hong Kong e in Svizzera non figura nell’Albo Unico ex 106 TUB presso la Banca D’Italia e pertanto la Lega non ha potuto accettare la garanzia, ma non solo.

Nel comunicato ufficiale viene precisato che «l’esito della istruttoria ha rilevato per la società F.C. MESSINA S.R.L il mancato rispetto dei criteri legali ed economico-finanziari previsti» e che la fideiussione è stata soltanto «trasmessa via Pec in copia (pdf) e priva di sottoscrizione digitale», una grave mancanza che avrebbe comunque inceppato la procedura anche nel caso in cui la garanzia fosse stata regolare.

In via Dogali, intanto, il club messinese sarebbe già al lavoro per presentare gli eventuali ricorsi alla giustizia sportiva (oggi ultimo termine utile per adire il Consiglio di Garanzia del Coni) e a quella amministrativa. A far sperare i giallorossi è proprio il TAR del Lazio, che potrebbe ribaltare le sentenze precedenti, ma solo in presenza di nuove garanzie. I prossimi giorni saranno cruciali per il Football Club Messina, ma nel frattempo il tempo corre e la nuova stagione, sia che sarà in D sia che si tratterà di C, è ormai praticamente alle porte.

Di seguito il comunicato della Lega Nazionale Dilettanti sulla non ammissione del FC Messina:

Il Consiglio Federale

–  nella riunione del 27 luglio 2021;
–  preso atto della mancata iscrizione al Campionato di Serie C 2021/2022 della società A.S.D.C. Gozzano SSDRL;
–  visto il Comunicato Ufficiale n. 286/A del 14 giugno 2021, con cui è stato approvato il Regolamento per la formulazione della graduatoria da utilizzare ai fini della sostituzione della suddetta società;
–  considerato che la società F.C. MESSINA S.R.L., prima nella graduatoria redatta ai sensi del suddetto comunicato, ha presentato domanda nel termine prescritto dal Comunicato Ufficiale n. 19/A del 16 luglio 2021;
–  esaminata la comunicazione in data 26 luglio 2021, con la quale la Co.Vi.So.C. all’esito della istruttoria ha rilevato per la società F.C. MESSINA S.R.L il mancato rispetto dei criteri legali ed economico – finanziari previsti dal Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021, ai fini dell’ottenimento della Licenza Nazionale di Serie C 2021/2022, e precisamente ha riscontrato che la suddetta società: “ha depositato una garanzia fideiussoria di euro 350.000 (beneficiario Lega Pro) rilasciata da “Credit Glorious Property Holdings Limited London”; tale garanzia,peraltro trasmessa via Pec in copia (pdf) e priva di sottoscrizione digitale, risulterebbe rilasciata da società finanziaria del gruppo “Glorious Property Holdings Limited”- non iscritta all’Albo Unico ex 106 TUB presso la Banca D’Italia”;
–  esaminata la comunicazione in data 26 luglio 2021, con cui la Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi ha riscontrato per la società F.C. MESSINA S.R.L il rispetto dei criteri infrastrutturali e dei criteri sportivi-organizzativi, richiesti dal Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021, per l’ottenimento della Licenza Nazionale di Serie C 2021/2022;
–  considerato che la società F.C. MESSINA S.R.L. non ha soddisfatto tutti i requisiti all’uopo prescritti per l’ammissione al citato Campionato;
–  visti l’art. 49, comma 1, lett. c) delle N.O.I.F. e l’art. 27 dello Statuto Federale

ha deliberato di respingere, per le motivazioni di cui in premessa, la domanda di ammissione al Campionato di Serie C 2021/2022 della società F.C. MESSINA S.R.L..

Il presente provvedimento è impugnabile con ricorso innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI – Sezione sulle competizioni professionistiche – da proporsi nei termini e con le modalità previsti dall’apposito Regolamento, emanato dal CONI, con deliberazione n. 1667 del Consiglio Nazionale del 2 luglio 2020 e pubblicato sul sito del CONI.

Foto di Marco Familiari tratta dalla pagina Facebook ufficiale Football Club Messina

(727)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.