Operazione Matassa: David risponde al gip Arena

Pubblicato il alle

1' min di lettura

È durato circa tre ore il faccia a faccia di Paolo David con il Gip Maria Teresa Arena. Presenti i pubblici ministeri – Liliana Todaro e Maria Pellegrino – e i difensori di fiducia – Nino Favazzo ed Emilio Fragale – l’indagato ha risposto alle numerose domande che gli sono state poste sia dal giudice che dai pm, spiegando natura e ragione dei rapporti con i coindagati, chiarendo il senso delle telefonate contestategli e, soprattutto, riportando fatti e circostanze oggetto di indagine all’interno di un contesto politico.

“Valuteremo nei prossimi giorni, una volta conclusa la tornata degli interrogatori, se avanzare istanza di scarcerazione o di attenuazione della misura al Gip o se ricorrere direttamente al Tribunale del riesame”- hanno detto i suoi legali.

IL gip Arena ha concluso gli interrogatori di tutti gli indagati della operazione Matassa finiti in carcere ( molti erano già detenuti), da lunedì procederà con quelli di coloro che si trovano agli arresti domiciliari.

(443)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.