Un ottimo Messina non va oltre il pareggio. A Ercolana finisce 1 – 1

tifosi messina acrACR Messina che gioca una grandissima gara, passando in vantaggio grazie ad un rigore di Cocuzza. Dopo un’espulsione per parte, Prisco segna la rete del pareggio, negando la gioia della terza vittoria consecutiva ai giallorossi.

I Peloritani si presentano alla gara con soli 2 cambi rispetto alla vittoria contro Igea Virtus: Pezzella al posto di un Migliorino infortunato e Polito che sostituisce Cozzolino.

Partita che inizia con grandissima occasione del Messina. Al 12’ Lia serve Lavrendi a centro area ma il messinese spara alto sulla traversa. Al 20’ Mascari viene steso in area di rigore da Pastore. Alla battuta si presenta Cocuzza, che vuole riscattare l’errore dagli 11 metri fatto a Palazzolo. L’attaccante palermitano spiazza il portiere avversario e porta in vantaggio il Messina, siglando lo 0 – 1 allo stadio “Raffaele Solaro”. Al 35’ Rosafio, autore di un’ottima prima parte di gara, cerca il raddoppio impegnando il portiere di casa Mascolo. Ercolanese, invece, si vede per la prima volta al 39’, con un colpo di testa di Costantino che manca di poco la porta. Il primo tempo finisce 0 – 1, con il Messina meritatamente in vantaggio.

La ripresa inizia subito con un’espulsione per i padroni di casa. El Ouazni, dopo aver toccato la palla con il braccio, viene ammonito per la seconda volta, lasciando i suoi compagni in 10 uomini. Al 25’ si ristabilisce la parità numerica. Bruno commette una sciocchezza e si fa ammonire per la seconda volta, lasciando anticipatamente il terreno di gioco (seconda espulsione per lui quest’anno). Su punizione arriva il pareggio di Prisco che batte Meo, riportando in equilibrio il risultato: 1 – 1 e tutto da rifare per i giallorossi. Al 31’ si rivedono in avanti gli ospiti, con Lavrendi e Rosafio, ma le conclusioni non impensieriscono il portiere padrone di casa. Partita che finisce così, con un pareggio.

Il Messina ha giocato bene ed ha costruito tanto, però avrebbe dovuto amministrare meglio il vantaggio. Dopo queste ultime partite si sta vedendo una squadra combattiva, tenace e con voglia di vincere. L’arrivo dell’allenatore Modica ha cambiato il volto di una squadra e adesso viene il rammarico di aver perso tanti punti ad inizio campionato, ma nulla è ancora perduto.

(51)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *