Tra Messina e Juve Stabia vince la noia

di napoliNon passerà alla storia per lo spettacolo offerto il match di questo pomeriggio tra Messina e Juve Stabia. I 4mila del S.Filippo assistono a uno scialbo 0-0 tra due formazioni che hanno fatto vedere ben poco nell’arco dei novanta minuti. I giallorossi iniziano a pagare il comprensibile calo fisico: sterili le manovre offensive al cospetto di una difesa che si conferma ancora una volta rocciosa. La prima vera chance della partita la costruiscono i padroni di casa: al 38′ Burzigotti impatta di testa a colpo sicuro su corner di Fornito, ma l’esperto Polito riesce a dire di no dimostrando ottimi riflessi nonostante i 36 anni. Al 46′ i campani replicano con un altro insidioso colpo di testa. Questa volta è Berardi a neutralizzare il tentativo di Nicastro con un prodigioso intervento.

I maggiori pericoli arrivano per via aerea anche nella seconda frazione di gara. Al 49′ Giorgione, solo in area, si divora l’1-0 sfiorando il palo con un colpo di testa sugli sviluppi dell’ottimo traversone di Fornito. Al 60′ si rivede la Juve Stabia con un’incornata di Obodo che pecca di precisione. Il ritmo cala vertiginosamente, i giallorossi finiscono la benzina nelle gambe e neanche gli ingressi di Padulano e Salvemini riescono a dare la scossa agli uomini di Di Napoli.

Una prestazione opaca che fa scivolare il Messina al terzo posto. Nel prossimo turno Giorgione e compagni saranno di scena a Lecce, nell’anticipo del 14esimo turno di Lega Pro in programma sabato sera.

Il tabellino

Messina-Juve Stabia 0-0

Messina: Berardi, Burzigotti, De Vito, Baccolo (71′ Zanini), Martinelli, Parisi, Fornito, Giorgione, Cocuzza (82′ Salvemini), Barraco, Leonetti (69′ Padulano) Allenatore: Arturo Di Napoli.

Juve Stabia: Polito, Romeo, Contessa, Obodo, Polak, Migliorini, Arcidiacono, Favasuli, Gomez (82′ Padovani), Nicastro, Gatto (53′ De Risio) Allenatore: Nunzio Zavettieri.

Arbitro:  Niccolò Pagliardini della sezione di Arezzo. Assistenti: Salvatore Affatato della sezione di Verbania e Tommaso Diomaiuta della sezione di Albano Laziale.

Ammoniti: Favasuli (J), Obodo (J), Arcidiacono (J)

Recupero: 2’pt, 4’st

(110)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *