Da Silva riprende l’Akragas: 1-1 al “Franco Scoglio”

dig

dig

Il Messina sbatte sull’Akragas. Ci pensa il solito Da Silva al 73′ a togliere le castagne dal fuoco ai peloritani, finiti sotto ad inizio ripresa grazie al gol di Klaric.

Lucarelli torna al 4-3-1-2 delle ultime settimane. Maccarrone e il rientrante Rea formano i centrali di difesa, De Vito e Grifoni i terzini. Musacci è il playmaker, Da Silva e Sanseverino formano la mediana, mentre Foresta si piazza subito dietro l’attacco leggero formato da Madonia e Milinkovic per via dell’infortunio di Anastasi.

Il Messina prova a fare la partita, la formazione agrigentina attende ma le occasioni da gol si fanno attendere. Ciò che non si fanno attendere sono gli episodi da moviola, al 12′ Milinkovic prova ad inserirsi in mezzo a due difensori ospiti e cade in area ma il direttore di gara lascia proseguire.

Poco dopo Rea finisce a terra toccandosi il volto forse per un tocco proibito di Klaric, ma anche in questo caso per il signor Prontera di Bologna non c’è nulla. Al 21′ si vede Milinkovic con una forte conclusione dal limite, ma Pane respinge con i pugni. Sueprata questa fase a prendere il sopravvento sono gli sbadigli per un match caratterizzato da un gioco molto spezzettato.

Al 39′ Musacci ci prova dalla lunghissima distanza, il suo tiro viene deviato in corner finendo di poco a lato del palo alla sinistra di Pane. Finisce a reti bianche un primo tempo noioso, giocato a buon ritmo ma senza guizzi ne da una parte ne dall’altra. Pronti via al 46′ l’Akragas passa in vantaggio: Palmiero riesce ad entrare in area dalla sinistra e dal fondo mette in mezzo un traversone che Klaric può appoggiare in rete.

Gol che squarcia in due l’incontro e che dà fiducia all’Akragas che ci riprova pochi minuti più avanti con Cocuzza, ma la sua conclusione dalla lunga distanza viene bloccato da Berardi. Il Messina prova a reagire con una conclusione di Da Silva dal vertice destro dell’area, Pane para in due tempi.

Il Messina non riesce a sfondare il muro agrigentino, al 61′ ci prova Milinovic dal limite dopo una bella progressione, ma Pane c’è. A metà ripresa Lucarelli passa al 4-3-3, inserendo Ciccone. Al 73′ arriva il pareggio del Messina grazie a Da Silva, che dopo esser andato via in velocità sul vertice calcia un diagonale potente che fa secco Pane. Gol liberatorio per il pubblico del “Franco Scoglio”. Lucarelli mette dentro i centimetri di Plasmati, Di Napoli toglie Klaric e inserisce Mileto. Il forcing del Messina produce un colpo di testa di mischia di Maccarrone che sfiora il palo all’85’.

Pane però non corre altri rischi così la partita finisce qui. Al Messina è mancato il guizzo negli ultimi 16 metri, ma soprattutto è mancato il peso offensivo di Anastasi, che avrebbe fatto comodo al cospetto di una difesa ordinata  e coriacea come quella agrigentina. Il Messina però non vanifica l’exploit di Andria e visto come si era messa la serata può anche andar bene così.

Tabellino

Acr Messina-Akragas 1-1

Marcatori: 46′ Klaric, 73′ Da Silva

Acr Messina
Berardi, De Vito, Sanseverino (67′ Ciccone), Maccarrone, Musacci, Milinkovic, Madonia (77′ Plasmati), Foresta, Rea (63′ Bruno), Da Silva, Grifoni,

A disposizione: Russo, Benfatta, Palumbo, Saitta, Akrapovic, Capua, Ricozzi, Ferri,

allenatore: C. Lucarelli

Akragas
Pane, Russo, Pezzella, Klaric (73′ Mileto), Cocuzza (62′ Salvemini), Riggio, Palmiero, Cazè, Longo, Sepe, Coppola

A disposizione: Addario, Mazza, Petricci, Tardo, Caternicchia, Privitera, Rotulo, Leveque, Sicurella

Allenatore: R. Di Napoli

Arbitro: Sig. Prontera di Bologna

Assistenti: Nocenti e Micheli di Padova

Ammoniti: Cazè, Klaric, Palmiero, Bruno

(98)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *