Parisi in lacrime: “Ho pagato gli sbagli, ora voglio riscattarmi” – VIDEO

20151013_113144Si è affidato a una lettera Alessandro Parisi per riabbracciare i tifosi messinesi  e chiudere definitivamente una brutta storia iniziata con la squalifica per calcioscommesse. Poche righe scritte di getto e lette tra le lacrime, così il mancino palermitano si è ripresentato questa mattina davanti ai giornalisti a distanza di sette lunghi anni dall’ultima esperienza in giallorosso.

“Oggi è un giorno molto importante – ha spiegato Parisi – posso dire tutto ciò che penso dopo un lungo periodo di silenzio. Il mio cuore riprende a battere, dopo anni molto difficili e non solo per vicende calcistiche. Ho pagato i miei errori fino in fondo, farò tesoro di questa esperienza ma adesso voglio pensare al futuro. Voglio versare fino all’ultima goccia di sudore, mettendo a disposizione tutte le forze fisiche e mentali che mi sono rimaste a disposizione per la città intera. In tanti mi hanno aiutato, a Messina devo molto perché mi consentito di vivere esperienze bellissime. Sono consapevole che sono passati tanti anni da quel periodo glorioso, ma non voglio fare passerelle. Ho ancora la voglia di scrivere nuove pagine nella storia sportiva di questa  città, con una società nuova composta da amici e gente umile ma al contempo professionale”.

Questo il discorso con cui Parisi ha esordito davanti alle telecamere al fianco del direttore sportivo Christian Argurio.  Il calciatore ex Bari e Torino, a dispetto dei 38 anni, ha ancora molto da poter dare dentro e fuori dal campo. “Voglio riscattarmi – ha precisato Parisi – nell’ultimo periodo ho pagato il mio eccesso di bontà, dopo la squalifica pensavo che la mia avventura nel mondo del calcio fosse terminata. Adesso ho più voglia di prima, stimoli immensi mi hanno portato a scegliere di chiudere la carriera a Messina. Ringrazio Vincenzo Lo Monaco che l’anno scorso ha creduto in me restituendomi un briciolo di speranza, adesso tocca a me dimostrare chi sono”.

Parisi ritrova Arturo Di Napoli, un compagno di mille avventure negli anni gloriosi del calcio messinese. Lo ritrova però nella nuova veste di allenatore. “Vedere Arturo così preparato e attento ad ogni dettaglio è una grande sorpresa – ha affermato il calciatore palermitano – ha tanta voglia di far bene e uno spirito vincente. La mentalità è quella giusta, c’è voglia di superare ogni giorno i propri limiti, una componente importante che in passato ho notato in gruppi che alla fine hanno vinto”.

Il tecnico Di Napoli è stato chiaro: Parisi giocherà da centrale difensivo. Una scelta che lui stesso sembra accettare. “Non posso più fare la differenza da terzino – ha ammesso – è passato un po di tempo. Devo comunque dare una grossa mano alla squadra, voglio sentirmi importante a prescindere dal ruolo”.

Andrea Castorina

 

(340)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *