Pallanuoto-Serie A1. Waterpolo Despar Messina “annega” il Cosenza

APILONGO waterpolo despar messinaLa Waterpolo Despar Messina asfalta Cosenza e si prepara nel migliore dei modi alla Final Four di Coppa Italia in programma nel week-end alla piscina Cappuccini. Le peloritane vincono 18-7 e non concedono alle avversarie neppure una superiorità numerica, roba da guiness dei primati. Annotazioni statistiche a parte, la squadra di Mirarchi, al 15esimo risultato utile consecutivo, ha confermato di essere in crescita, e nonostante una partenza “pigra”, TIME OUT MIRARCHI waterpolo despar messinaha sciorinato giocate di gran classe. Il risultato a sorpresa di Catania,con la sconfitta dell’Imperia,  consente, inoltre alla Waterpolo Despar Messina di consolidare la seconda posizione che, se mantenuta fino al termine della stagione regolare, consentirebbe l’accesso diretto alla semifinali play-off, evitando, quindi, un passaggio, quello dei quarti di finale.

CRONACA- Il Cosenza parte meglio e va due volte in vantaggio. Prima con Gil e poi con Arancini. Garibotti trasforma un paio di rigori e, al tramonto della frazione, cala anche il tris. Nel secondo parziale, la Waterpolo Despar Messina dilaga con le scatenate Aiello e Apilongo che dal centro sono letteralmente incontenibili. La catanese segna una tripletta, l’abruzzese fa doppietta. Dopo l’intervallo lungo, le padroni di casa si concedono una piccola pausa e le silane ne approfittano. Vanno in gol Zaffina e Garibotti in controfuga. Gallo con un lob e Citino avvicinano il Cosenza, respinto da Gitto in superiorità e Sevenich. Con sei reti di scarto, l’ultimo tempo si gioca senza troppi tatticismi. A sguazzare in piscina sono, però, le padroni di casa che segnano a ripetizione con Apilongo, Radicchi (doppietta ), Bosurgi, Garibotti, Sevenich su rigore e Starace. Per le silane, a parziale consolazione, arriva la doppietta di una ritrovata Gil. Nel finale di gara il tecnico messinese lancia in partita due prodotti del vivaio: il portiere Silvia Laganà e Bianca Maria Maiolino.

COMMENTI- L’allenatore Maurizio Mirachi è contento della prestazione ma invita tutti a non abbassare la guardia: “ Indubbiamente è stata una giornata favorevole. La squadra ha giocato con poche sbavature e offerto una prestazione di buon livello. La prova della difesa è testimoniata dal fatto che non abbiamo subito nessun espulsione e questo aspetto è incoraggiante. Adesso ci concentreremo sulla Coppa Italia senza che diventi un’ossessione ma un traguardo che possiamo centrare se avremo il giusto approccio a questo tipo di competizione simile ad un play-off”.

TABELLINO- WP DESPAR MESSINA- COSENZA 18-7 (3-2, 5-0, 3-3, 7-2)

Wp Despar Messina: Sparano, Apilongo 3, Gitto 1, Starace 1, Morvillo, Radicchi 2, Garibotti 5, Sevenich 2, Maiolino, R. Aiello 3, Avola, Bosurgi 1, Laganà. All. M. Mirarchi

Cosenza: Nigro, Citino 1, Gallo 1, De Mari, Vitaliti, Gil 3, De Cuia, Nicolai, Arancini 1, Zaffina 1, R. Motta, D’Amico, Manna. All. A. Posterivo

Arbitri: Centineo e Lo Dico

Note: Superiorità numeriche: Despar Messina 2/5 + 3 rigori e Cosenza 0/0

Questi gli altri risultati della sedicesima  giornata: Bogliasco- Padova 6-9, Orizzonte Ct- Imperia 14-10, Sis Roma-Rapallo 3-10.

Classifica: Padova 43, Wp Despar Messina 41, Imperia 35*, Bogliasco 27,

Prato  e Rapallo  22, Orizzonte Ct  20*,  Cosenza e Sis Roma 7, Firenze 4. 

Una gara in meno. Imperia – Orizzonte Catania sarà recuperata il 25/3.

 

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *