Pallacanestro – Trofeo Vito Lepore, l’Orlandina esce a testa alta

CIA 6537 733x488L’Upea Capo d’Orlando cede a testa alta ai padroni di casa della Sidigas Avellino nel “Trofeo Vito Lepore” per 83-69. Primi di Matteo Soragna, rimasto in Sicilia per recuperare la condizione, rientrerà in gruppo lunedì 29 settembre, e con Dominique Archie acciaccato per un fastidio alla schiena, l’Orlandina, nella serata della presentazione di Avellino davanti ai propri tifosi, tiene testa per larghi tratti a un avversario che punta dritto ai playoff.

Inizia la gara, Hunt corregge al volo il lay-up di Flynn e i primi due punti sono per l’Upea Capo d’Orlando. Hanga in lunetta pareggia. Dario Hunt è assoluto dominatore del pitturato in attacco e in difesa e dopo 3’ con già 6 punti e 2 rimbalzi del lungo statunitense Capo è avanti 2-8. Tripla di Trasolini, ma Hunt va ancora a segno, adesso dalla media, Archie fa 2/2 in lunetta e al 5’ i paladini vanno sul 5-12. Reagisce dopo il time out di coach Vitucci la Scandone e con Harper e Gaines realizza un parziale di 11-4, che gli consente di terminare il primo tempo in vantaggio di due punti (16-14).

Triple in sequenza di Dominique Archie e Gianluca Basile in apertura di secondo quarto, per i padroni di casa, sempre dai 6.75, realizza due volte Cortese. Con il jump dalla media di Nicevic il risultato al 14esimo è in parità (22-22). And 1 di Flynn e schiacciata di Hunt, ma Cortese mette la terza bomba di fila per la nuova parità (27-27 al 16esimo). Freeman dalla media e Flynn penetrando fino al ferro danno nuovamente il vantaggio ai siciliani, ma Gaines nell’angolo dalla lunga distanza e un canestro e fallo di Trasolini ribaltano il parziale. Sul 37-31 a 1’20’’ dalla pausa lunga, coach Giulio Griccioli chiama i suoi a raccolta in time out. Harper va ancora a segno, Nicevic approfitta di un pasticcio a rimbalzo difensivo dei padroni di casa e deposita nella retina. Si va all’intervallo sul 39-33.

Al rientro sul parquet per la Sidigas a segno Anosike da sotto, per l’Orlandina Dominique Archie dall’arco su assist di Flynn. Freeman trova Flynn sul taglio sotto il ferro e il play realizza in lay-up rovesciato, poi Austin realizza dall’arco, ma Gaines e Hanga sono in serata di grazia dal perimetro (50-40 al 24esimo). Coach Griccioli richiama in panca Hunt perché reo di aver commesso già 4 falli e sul 57-45 chiede alla terna il minuto di sospensione. Seguono diverse belle azioni difensive di biancazzurri con Nicevic, Basile e Bianconi, ma il ferro sputa fuori le conclusioni dei paladini. Per 4’ minuti non si muove non si muove il tabellino nella colonna punti. Il terzo periodo di gioco si chiude sul 59-47 per i padroni di casa.

Freeman si butta dentro, trova il fallo e realizza i due liberi, Cavaliero risponde dall’arco. 2/2 di Pecile in lunetta, “tiro ignorante” di Basile e a 8’ dalla fine è 64-54. Quattro punti di Nicevic consecutivi, un paio di sussulti di Flynn e Freeman e Capo d’Orlando non permette ad Avellino allargare il divario di punti nel finale (81-69 a 3’ dalla fine). Finisce 83-69 per Avellino.

Sidigas Avellino – Upea Capo d’Orlando 83-69 (16-14)(39-33)(59-47)

Sidigas Avellino: Anosike 9, Gaines 11, Cadougan 2, Gioia, Hanga 7, Banks, Cavaliero 5, Cortese 14, Morgillo, Trasolini 12, Harper 21, Lechthaler 2. All. Vitucci

Upea Capo d’Orlando: Archie 8, Freeman 14, Hunt 14, Basile 6, Flynn 12, Marisi ne, Nicevic 12, Pecile 2, Karavdic ne, Burgess 1, Bianconi . All. Griccioli.

(51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *