Messina. A rischio la stagione calcistica allo stadio Franco Scoglio

stadio franco scoglioMessina. A rischio la stagione calcistica allo stadio Franco Scoglio, noto ai più come stadio “San Filippo”.

La Commissione Provinciale Vigilanza Locali Pubblico Spettacolo, infatti, ha stabilito di concedere un’agibilità “temporanea” all’impianto sportivo e concedere due mesi per produrre la documentazione riguardante gli adempimenti procedurali di prevenzione incendi per l’utilizzo della struttura. Nel caso questi ulteriore data di consegna non venisse rispettata sarà sospeso lo svolgimento delle manifestazioni sportive.

Di seguito la comunicazione integrale: «Si è riunita la Commissione Provinciale Vigilanza Locali Pubblico Spettacolo, convocata su istanza del Comune di Messina per esprimere il prescritto parere di agibilità per lo svolgimento delle partite di calcio delle società sportive cittadine “ACR Messina” e “SSD Città di Messina” presso lo Stadio “Franco Scoglio” per la stagione 2018/2019.

Con precedente riunione tecnica, svoltasi in data 22 ottobre, riguardante gli adempimenti procedurali di prevenzione incendi per l’utilizzo dell’impianto in oggetto, si era concordato che – ferme restando le disposizioni vigenti che impongono al gestore dell’impianto di richiedere la S.C.I.A. ai fini della certificazione di prevenzione incendi – il proprietario dello stesso, il Comune di Messina, dovrà mettere a disposizione della concessionaria società sportiva la documentazione idonea allo scopo.

In tal senso, si è stabilito di concedere al Comune di Messina e alle Società “Acr Messina” e “Città di Messina” un massimo di sessanta giorni per completare l’iter prescritto.

Nelle more di tali adempimenti, la Commissione Provinciale Vigilanza ha concesso conseguentemente l’agibilità per sessanta giorni e ribadito che, scaduto tale termine, sarà assolutamente preclusa l’ulteriore disputa delle partite di calcio delle due società cittadine nell’impianto sportivo “Franco Scoglio”».

 

(288)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *