Messina: il cuore non basta. La Juve Stabia passa in rimonta

FRANCESCO © SAYA CASTELLAMARE DI STABIA 14-SETTEMBRE-2016 CAMPIONATO LEGA PRO 2016/2017 JUVE STABIA MESSINA NELLA FOTO

Il Messina accarezza il sogno del colpaccio, ma poi si arrende sotto i colpi della Juve Stabia. Al “Romeo Menti” i giallorossi giocano un ottimo primo tempo, contenendo i furiosi attacchi dei padroni di casa e riuscendo a passare in vantaggi al 25′ con una deviazione sottoporta di Pozzebon. Nel secondo tempo la formazione campana alza fin da subito il baricentro e al 51′ passa con una punizione al limite concessa per fallo di mano di De Vito e trasformata in rete da Marotta. Il Messina tenta di reagire con un tiro di Musacci che termina fuori, ma al 65′ lo stesso centrocampista ex Pro Vercelli rimedia ingenuamente il rosso per proteste. I peloritani restano in dieci.

La superiorità numerica galvanizza la Juve Stabia che sfiorano due volte il raddoppio con Kanoute. E al 76′ le vespe ribaltano il risultato con una deviazione di testa di Atanasov sugli sviluppi di un corner. Il Messina tenta di gettare il cuore oltre l’ostacolo, senza però riuscire ad ottenere il pareggio.

Seconda sconfitta in campionato per la squadra di Sasà Marra che tornerà in campo il prossimo lunedì nell’insidioso match casalingo con la corazzata Foggia.

Il tabellino

Juve Stabia – Messina 2-1

Marcatori: 25′ Pozzebon (M), 51′ Marotta (J), 76′ Atanasov (J)

Juve Stabia: Russo, Cancellotti, Atanasov, Zibert, Del Sante (50′ Montalto), Marotta (74′ Sandomenico), Liotti, Salvi, Morero, Esposito, Lisi (46′ Kanoute). Allenatore: Gaetano Fontana

Messina: Berardi, Mileto, Maccarrone, De Vito, Ionut, Foresta, Musacci, Lazar (79′ Gaetano), Akrapovic (70′  Mancini), Ferri (59′  Madonia), Pozzebon. Allenatore: Salvatore Marra

Arbitro: Riccardo Panarese di Lecce. Assistenti: Gianluigi Di Stefano di Brindisi e Salvatore Marco Di Benedetto di Barletta

Ammoniti: Akrapovic,  Lazar, De Vito, Ionut,  Foresta (M),  Lisi, Esposito, Salvi (J)

Espulsi: Musacci (M)

 

(77)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *