In vista del derby Reggina-Messina botta e risposta tra Questura reggina e ACR Messina

questura reggio calabriaVenerdì sera il derby tra Reggina e Messina, e la Questura di Reggio Calabria, attraverso un comunicato, invita i tifosi ospiti a raggiungere lo stadio “Granillo” con mezzi privati. Ecco cosa si legge nel comunicato: “Appare opportuno sensibilizzare la tifoseria ospite delle problematiche legate ai servizi pubblici di trasporto, soprattutto nell’orario di fine partita, ove non è presente alcun mezzo per raggiungere Villa San Giovanni, né pullman di linea, tantomeno treni, considerato che il primo convoglio ferroviario utile, nella tratta Reggio Calabria Centrale – V.S.Giovanni, risulta essere alle ore 05.00 del giorno successivo.
Si invitano, quindi,- si legge ancora- i tifosi del Messina Calcio a raggiungere l’impianto sportivo con autovetture private o a bordo di pullman organizzati, che potranno essere parcheggiati, sino al riempimento, nell’apposita area di parcheggio lungo la via Mercalli, in prossimità dell’ingresso al settore ospiti”.

Immediata la replica dell’ACR Messina alla nota emessa dalla Questura di Reggio Calabria: “Si ritiene opportuno sensibilizzare la stessa ad occuparsi seriamente delle problematiche inerenti i servizi pubblici di trasporto a fine gara”- comincia la nota pubblicata dal club giallorosso sul proprio sito ufficiale. “Si ritiene quantomeno singolare assumere un atteggiamento, di una leggerezza disarmante, che ha previsto lo spostamento dell’evento per motivi di ordine pubblico – prosegue – ma che non si è preoccupato assolutamente del fatto che, al termine dell’incontro, circa mille tifosi dell’ACR Messina si riverseranno sulle strade di Reggio Calabria senza avere la possibilità di rientro immediato a casa. L’ACR Messina, quindi, invita la Questura di Reggio Calabria, come è già stato fatto nelle occasioni precedenti, a garantire il rientro a Messina dei tifosi giallorossi nella speranza che si possa assistere ad un derby leale all’insegna della sportività”.

(39)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *