Coppa Italia: Il Pistunina ipoteca la vittoria del turno, Cdm ko

garden  sport miliInizia col piede sbagliato la stagione 2015-2016 del Città di Messina. I giallorossi perdono 2-0 la gara di questo pomeriggio con il Pistunina, valevole per l’andata del primo turno di Coppa Italia di Promozione. Sul sintetico del Garden Sport la squadra di Gaetano Accetta ha la meglio su Fragapane e compagni ancora indietro con la condizione fisica e costretti a stringere i denti per le numerose assenze. Il Pistunina apre le marcature al 13′ del primo tempo con un tiro al volo di Buda che finalizza alla perfezione il cross dalla destra di Parachì. Il Città di Messina tenta la reazione affidandosi ai lanci lunghi senza però impensierire la retroguardia rossonera. I padroni di casa comandano il gioco e al 4′ del secondo tempo raddoppiano con una bella invenzione di Ingemi che sorprende Papale con una parabola velenosa. La squadra di Basile tira fuori l’orgoglio ma riesce a rendersi pericolosa solo in due occasioni con il giovane attaccante Codagnone, subentrato nel corso della seconda frazione di gara.

Cronaca

Le assenze di Scarfì, De Salvo, Mazzullo, Mazzeo e Libro costringono il tecnico Nello Basile a mandare in campo una formazione rimaneggiata. Tra i pali fa il suo esordio Papale, in difesa Fragapane fa coppia con Romano schierato nell’inedita posizione di centrale. Sulle fasce si sistemano Busà e Calogero, costretto a improvvisarsi terzino. Centrocampo a quattro con D’Alessandro e Lavecchia sulla mediana,  D’Angelo e il classe ’99 Di Stefano sulle corsie esterne. Coppia d’attacco formata da Ghartey e Galletta.

E’ il Pistunina a creare il primo pericolo. Al 5′ ci prova Buda da distanza ravvicinata, Papale è attento e ribatte la conclusione. I padroni di casa ottengono fin da subito la supremazia territoriale e al 13′ trovano già il vantaggio: Parachì fa partire un traversone dalla destra che trova Buda pronto a bucare la rete con un preciso tiro al volo. Il Città di Messina tenta di organizzare la reazione ma si affida soltanto a sterili  lanci lunghi. Al 32′ si rivede il Pistunina con una conclusione imprecisa di Brancati su corner di Ingemi. I rossoneri gestiscono senza troppi affanni il vantaggio, al 45′ l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa è il Pistunina torna in campo con una novità: fuori Parachì dentro Ginagò. Al 4′ la squadra di Accetta trova il raddoppio. Ci pensa Ingemi a disegnare una parabola imprendibile per Papale sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 9′ Minissale centra la traversa con un colpo di testa, proteste dei calciatori ospiti che si erano fermati visto che in campo erano presenti due palloni. Al 15′ Basile tenta di scuotere i suoi inserendo Codagnone al posto di Galletta. Dentro anche Morabito al posto di Di Stefano. E proprio Codagnone al 23′ costringe alla parata Sanfilippo con un bel colpo di testa sugli sviluppi un calcio piazzato battuto da D’Alessandro. Al 28′ il Pistunina tenta il tris con Buda che lascia sul posto Busà ma conclude debolmente da ottima posizione. Al 38′ Basile tenta il tutto per tutto con l’ingresso in campo di Calarco al posto di Calogero. C’è tempo soltanto  per apprezzare una girata di Codagnone alta sopra la traversa nel primo dei tre minuti di recupero.

Il Città di Messina si arrende davanti a un avversario già in palla che mette in tasca il passaggio al turno successivo. I giallorossi riprenderanno gli allenamenti martedì pomeriggio per preparare la gara di ritorno che si disputerà sabato 5 settembre  sempre al Garden Sport.

Tabellino

Pistunina – Città di Messina 2-0

Marcatori: 13′ pt Buda, 4′ st Ingemi

Pistunina: Sanfilippo, Guerrera, Campo, Foresta, Caldore, Russo, Parachì (1′ st Ginagò), Brancati, Minissale ( 25′ st M. D’Angelo), Buda ( 37′ st Fiore), Ingemi. Allenatore: Gaetano Accetta.

Città di Messina: Papale, Calogero ( 38′ st Calarco), Busà, D’Alessandro, Romano, Fragapane, Di Stefano (15′ st Morabito), Lavecchia, Galletta (15′ st Codagnone), Ghartey, A. D’Angelo. Allenatore: Nello Basile

Arbitro: Andrea De Francesco della sezione di Messina. Assistenti: Roberto Speranza e Diego Daquino, entrambi della sezione di Siracusa.

Ammoniti: Parachì (P), Guerrera (P), Romano (CdM), Busà (CdM), Ingemi (P), Morabito (CdM), Buda (P), Fiore (P), Lavecchia (CdM).

Recupero: 0′ pt, 3′ st.

(129)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *