Campionato di Eccellenza. La tenacia premia la Città di Messina: ko il Rosolini

città di messina 2Cuore, grinta e determinazione. Queste le tre componenti che il Città di Messina ha messo in campo questo pomeriggio nel vittorioso match con il Rosolini. I giallorossi ottengono tre punti pesanti superando per 3-2 la formazione siracusana in un autentico scontro salvezza valevole per il 25esimo turno di Eccellenza. La partita si accende già a sette minuti dal fischio iniziale quando Salvatore Trovato trasforma un calcio di rigore concesso dal direttore di gara per un fallo di mano di Monaco. Gli ospiti pareggiano al 13′ con Implatini che ribadisce il pallone in rete dopo un’incertezza di Riccardo Trovato. Nel secondo tempo D’Arrigo e compagni mettono la freccia firmando il 2-1 con Matera, trovando poco dopo  la terza rete ancora con Salvatore Trovato. Il Rosolini non ci sta e a sette minuti dal termine riapre la gara con Cammarata. Il Città di Messina stringe i denti e difende il vantaggio fino al fischio finale del direttore di gara.

Cronaca Il Città di Messina si affida a un 4-4-2 che vede Riccardo Trovato tra i pali, difesa composta da Iovine, Fragapane, Fodale e Fleri. Al centrocampo Costa, D’Arrigo, Munafò, Salvatore Trovato subito dietro a La Rocca posto a servizio di Matera.

La gara si accende già al 7′. La Rocca appoggia per Salvatore Trovato il cui tiro è deviato con un braccio in area di rigore da Monaco. Il direttore di gara indica il dischetto senza esitare. Dagli undici metri si presenta lo stesso Salvatore Trovato che spiazza Fornoni. Il Rosolini non si abbatte e a sorpresa trova il pareggio al 13′ sfruttando un’indecisione in uscita di Riccardo Trovato che non arpiona il cross di Martines e favorisce l’esperto Implatini abile a ribadire in rete. Il clima si surriscalda e il signor Bonaccorso di Catania ricorre più volte al cartellino giallo sanzionando i calciatori di entrambe le squadre. Al 35′ ci prova ancora Implatini con una conclusione fuori misura, l’esperto attaccante si rende ancora una volta pericoloso al 43′ con una girata su cross di Maieli. Trovato blocca senza affanni. Al 45′ azione di rimessa del Città di Messina finalizzata da Salvatore Trovato che raccoglie l’invito di Matera e conclude da posizione leggermente defilata, sfera di poco alta sopra la traversa. Dopo  tre minuti di recupero termina la prima frazione di gioco.

Al 47′ i padroni di casa reclamano un rigore quando Brancato atterra La Rocca in area. L’arbitro lascia correre. Al 50′ ci prova Matera con una girata su cross di Salvatore Trovato, Fornoni si distende e neutralizza la minaccia. Al 62′ i giallorossi effettuano la prima sostituzione con Ghartey che rileva La Rocca. Un minuto più tardi i messinesi mettono la freccia: Salvatore Trovato scodella al centro, sulla palla interviene goffamente Martines che anticipa l’uscita di Fornoni consegnando il pallone a Matera. Per l’attaccante palermitano è un gioco da ragazzi spedire il pallone in rete.Al 69′ Fragapane cede ai crampi, al suo posto subentra Ballarò con Munafò che scala in posizione di centrale di difesa. Al 79′ il Città di Messina cala il tris. Matera riceve palla dalle retrovie e serve ottimamente Salvatore Trovato che firma la doppietta con una precisa conclusione. I giallorossi arretrano il baricentro con l’entrata in campo dell’esperto Giordano al posto di Matera. Il Rosolini non demorde e al minuto 84 accorcia le distanze. Implatini si fa spazio fra tre avversari e serve Cammarata, subentrato al 53′ al posto di Pizzo, che infila l’incolpevole Riccardo Trovato. Il Città di Messina difende a denti stretti il prezioso vantaggio. Nel primo dei cinque minuti di recupero il secondo portiere Billè viene allontanato dal campo, un minuto più tardi splendida azione di un inesauribile Salvatore Trovato che con le ultime forze semina il panico in area avversaria senza però riuscire a concludere.

Il Città di Messina continua a correre verso la salvezza adesso distante solo un punto. I giallorossi ottengono il quarto successo consecutivo salendo a quota 25 punti in classifica. Fleri e compagni tuttavia, non avranno molto tempo per festeggiare: domani si ritorna a lavoro per preparare il recupero della gara con la Castelbuonese in programma mercoledì.

Il tabellino

Città di Messina – Città di Rosolini 3-2
Marcatori: 8′ rig., 79′  S. Trovato (CdM), 13′ Maieli (R), 63′ Matera (CdM), 83′ Cammarata (R).

Città di Messina: R. Trovato, Iovine, Fleri, Munafó, Fodale, Fragapane (67′ Ballarò), La Rocca (62′ Ghartey),  D’Arrigo, Matera (80′ Giordano), S.Trovato, Costa. Allenatore: Lucio D’Andrea.

Città di Rosolini: Fornoni, Guarrasi (39′ Cosenza – e dal 79′ Di Stefano), Brancato, Monaco, Martines, Ulma, Maieli, Pizzo (53′ Cammarata), Carbonaro, Implatini, Rappacciolo. Allenatore: OrazioTrombatore.

Arbitro: Francesco Davide Bonaccorso della sezione di Catania. Assistenti: Gianfranco Alesci della sezione di Barcellona P.G.  e  Massimo Falzone della sezione di Acireale.

Ammoniti: Fodale (CdM), Pizzo (R), Iovine (CdM), Costa (CdM), Guarrasi (R), Rappocciolo (R), Ghartey (CdM), Brancato (R), Cammarata (R).

Espulsi: dalla panchina Billè (CdM).

Recupero: 3′ pt , 5′ st.

(49)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *