Calcio- Il tecnico peloritano Catalano elogia l’impegno della sua squadra

CalcioL’1-1 con l’Ischia non è bastato al Messina per centrare la qualificazione alla final four della Poule scudetto. Al “San Filippo” è andato comunque in scena un vero e proprio anticipo di Lega Pro, per la qualità del gioco espresso dalle due squadre. Il tecnico peloritano, pur non nascondendo la legittima delusione è soddisfatto della prova offerta dalla sua squadra: “Soprattutto nella ripresa abbiamo giocato con grande intensità, alzando il baricentro, mettendo sotto l’Ischia e creando tante palle gol dopo l’1-1 di Chiaria. L’impegno non è mancato, era quello che avevo chiesto ai ragazzi e sono dunque soddisfatto della prestazione della squadra. Nel primo tempo avevamo subìto il loro possesso palla, sebbene non avessero calciato molte volte verso Lagomarsini e sulla punizione di Mattera abbiamo commesso un errore in barriera. Peccato per le occasioni sprecate, non era mai capitato che Corona sbagliasse gol di questo genere. Ai punti avremmo meritato qualcosa in più. Sapevamo di incontrare una squadra di alto livello che gioca bene a calcio, ma anche noi abbiamo dimostrato la nostra forza. Dispiace uscire senza aver perso né con la Torres né con l’Ischia, ma è il regolamento e va accettato. Volevamo chiudere con un successo di fronte ai nostri tifosi, abbiamo comunque allungato a quota 21 la striscia di risultati utili, mantenendo l’imbattibilità del San Filippo. Adesso stacchiamo un po’ la spina, con la società che si muoverà per rinforzare la rosa. Sarà un campionato difficilissimo, in vista della Lega Pro unica. Il Messina non dovrà ambire soltanto al nono posto, ma a disputare un torneo di vertice”

(36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *