Calcio- Città di Messina, il pareggio con la Viterbese consegna il quarto posto in classifica

CalcioSi chiude con una consistente dose di rammarico la stagione regolare per il Città di Messina. La squadra di Rando pareggia 0-0 a Vibo Valentia e non riesce a conservare la preziosa terza posizione in classifica. Sul podio si piazza la Gelbison, che avrà così il vantaggio di giocare in casa il primo turno dei play-off e di centrare la qualificazione anche in caso di parità dopo i tempi supplementari. Contro la Vibonese, tra l’altro, Dombrovoschi e Saraniti rimediano un giallo pesante che li costringerà a saltare il prossimo importante incontro. Quest’oggi Assenzio e compagni si sono ritrovati di fronte un ottimo avversario, pericoloso in diverse circostanze. Le migliori occasioni nella ripresa: l’attaccante di casa Marasco calcia sul palo un rigore, poco dopo anche Giardina colpisce il montante con un bel destro da fuori. Il Città di Messina chiude al quarto posto con 58 punti e un po’ di amarezza per un finale sotto tono. Ma non c’è tempo per le recriminazioni: domenica prossima si torna in campo, a Vallo della Lucania ci sarà l’immediata occasione per il riscatto.

LA CRONACA – Pasquale Rando, costretto a rinunciare agli infortunati Citro e Bruno ed allo squalificato D’Angelo, rivoluziona il suo undici rispetto alla domenica precedente. 4-3-1-2 il modulo scelto dal tecnico: in porta Di Salvia, in difesa Viscuso, Dombrovoschi, Cirilli e Bombara, a centrocampo Munafò, Avola e Assenzio, Giardina sulla trequarti, Tiscione e Bongiovanni di punta. Saraniti, non al top della forma e anche diffidato, si accomoda in panchina.

Subito buon ritmo in avvio: il Città di Messina conquista un corner dopo pochi secondi, la Vibonese prova a pungere con Marasco in contropiede al 2′. Al 5′ buona occasione per Avola che, su punizione dal limite, sfiora la traversa. Lo stesso Avola ci riprova al 10′: botta dalla distanza, deviazione di Kalambay e palla di poco a lato. Padroni di casa pericolosissimi al 13′: cross da destra di Da Dalt, Spanò di testa fa da sponda, Marasco calcia dall’interno dell’area piccola ma trova la straordinaria opposizione di Di Salvia. Sul corner che segue, è ancora Marasco a colpire ma il suo colpo di testa centra la parte alta della traversa e finisce sul fondo. Nuova occasione per l’attaccante calabrese, sempre sugli sviluppi di un angolo,al 17′: alta la sua deviazione da due passi. Al 22′ nuovo tentativo di Avola da fuori ma stavolta il suo destro è debole e il portiere Peschechera interviene senza problemi. Al 24′ nuova chance per la Vibonese: Brescia lancia Cosenza in profondità, Di Salvia salva ancora la sua porta con un’uscita tempestiva e provvidenziale. Trascorrono altri due minuti e si registra l’ennesima occasione per Marasco: il numero 9 di casa, sugli sviluppi di un contropiede orchestrato da Da Dalt, si ritrova a tu per tu con Di Salvia ma calcia alto. Il Città di Messina torna a farsi vivo dalle parti di Peschechera al 35′: leggermente impreciso il sinistro al volo di Bombara. Al 45′ Dombrovoschi commette fallo a centrocampo su Marsco e viene ammonito: era diffidato e sarà costretto dunque a saltare la prima gara dei play-off. Dopo un minuto di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo: si va al riposo sullo 0-0. 

Nella ripresa, già dopo pochi secondi Di Salvia deve distendersi per anticipare gli avversari e deviare in angolo un pallone scodellato pericolosamente in area da Brescia. Al 7′ ancora una punizione di Brescia da posizione laterale, Kalambay anticipa Di Salvia e mette in rete di testa ma l’arbitro, su segnalazione del guardalinee, annulla per fuorigioco. Un minuto dopo sinistro di Tiscione da posizione defilata e palla fuori dallo specchio. Momento importante della gara al 21′: Marasco prova a superare Cirilli in area di rigore, il pallone sbatte sul braccio del difensore e l’arbitro decreta il rigore. Dal dischetto Marasco spiazza Di Salvia ma centra il palo. Scampato il pericolo, Rando effettua il primo cambio inserendo Saraniti per Avola. Al 25′ sono gli ospiti a sfiorare il vantaggio: Giardina calcia dai 25 metri, il suo destro è potente e, a portiere battuto, va ad infrangersi sul palo. Al 27′ dentro anche Cappello per Bombara. Al 36′ Tiscione su punizione cerca la porta dalla lunga distanza: conclusione potente ma fuori misura. Al 37′ altra ammonizione “pesante”: giallo per Saraniti, reo di un duro intervento su Marasco, e costretto così a saltare il primo turno dei play-off. Nel finale il Città di Messina si riversa in avanti a caccia del gol che varrebbe il terzo posto: al 45′ termina di un soffio a lato il sinistro dal limite di Tiscione. Nei 6 minuti di recupero concessi, gli ospiti continuano a spingere ma non trovano il guizzo giusto. La gara termina 0-0.

Città di Messina quarto con 58 punti al termine della stagione regolare: un piazzamento, in ogni caso, di tutto rispetto per una neo promossa che, in un campionato altamente competitivo, è comunque riuscita a conquistare con buon anticipo un posto nei play-off. Il primo turno, a eliminazione diretta, si giocherà sul campo della Gelbison: la squadra di casa avrà anche il vantaggio di aggiudicarsi la qualificazione in caso di parità dopo i supplementari. Appuntamento domenica prossima al “Morra” di Vallo della Lucania.

Il tabellino

Serie D, Girone I – 34ª giornata
Stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia, domenica 5 maggio 2013

Vibonese – Città di Messina 0-0

Vibonese: Peschechera, Barreca, Caterisano, De Cristofaro, Calzolaio, Kalambay, Da Dalt, Brescia, Marasco, Cosenza, Spanò. In panchina: Saraò, Bria, Campo, Cibelli, Bruzzese, Saturno, Bedogni. Allenatore: Antonio Soda.

Città di Messina: Di Salvia, Viscuso, Bombara (27′ st Cappello), Munafò, Dombrovoschi, Cirilli, Avola (23′ st Saraniti), Assenzio, Tiscione, Giardina, Bongiovanni. In panchina: Mannino, Cammaroto, Cucè, Bonamonte, Mangano. Allenatore: Pasquale Rando.

Arbitro: Francesco Fourneau della sezione di Roma 1.
Assistenti: Marco Santoro e Pietro Paolo Greco della sezione di Battipaglia.

Ammoniti: 16′ pt Avola (CdM), 22′ pt Da Dalt (V), 45′ pt Dombrovoschi (CdM), 11′ st Barreca (V), 13′ st Cosenza (V), 16′ st Tiscione (CdM), 21′ st Cirilli (CdM), 37′ st Saraniti (CdM).
Espulsi: nessuno.

Recupero: 1′ pt, 6′ st.

(30)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *