Calcio-Campionato di Eccellenza. Pareggia la Città di Messina col Castelbuono

città di messinaIl Città di Messina torna a casa con un punto prezioso dall’insidiosa trasferta di Castelbuono. Sulla terra rossa del “Failla” i giallorossi impongono il pari alla Castelbuonese disputando una gara coriacea nel recupero della 24esima giornata di Eccellenza. I padroni di casa sbloccano il risultato al 18′ con il bomber messinese Totaro. I giallorossi non si abbattono e al 30′ riacciuffano il pareggio con una prodezza di Costa che ruba il pallone sulla trequarti e lo spedisce sotto l’incrocio. Nella ripresa permane l’equilibrio, Matera e compagni neutralizzano le scorribande offensive dei padroni di casa, agendo in fase di rimessa. Il risultato rimane fermo sull’1-1 fino al triplice fischio.

Cronaca Oltre agli infortunati Schiera e Galletta, i tecnici D’Andrea e D’Alessandro sono costretti a rinunciare al secondo portiere Billè fermato da un turno di squalifica. Al suo posto Giandomenico Gervasi, estremo difensore della formazione Allievi regionali alla prima convocazione. In campo gli stessi undici che domenica hanno regolato il Rosolini. Riccardo Trovato tra i pali, difesa composta da Fleri, Fodale, Fragapane e Iovine. Al centrocampo capitan D’Arrigo con Munafò, Costa e Salvatore Trovato. In avanti La Rocca a sostegno di Matera.

La Castelbuonese parte con il piede sull’acceleratore e mette subito in affanno la retroguardia messinese grazie anche allo spregiudicato 4-2-4 scelto da Mutolo. Al 3′ ci prova El Almaroui con una conclusione al volo dal limite dell’area che sorvola la traversa. Il Città di Messina guadagna lentamente metri e al 17′ si fa vedere in avanti con Salvatore Trovato che raccoglie la rimessa laterale battuta da Fleri e conclude verso la porta di Ilardi, palla a lato. Un minuto più tardi la formazione palermitana trova il vantaggio: Megna lancia Totaro che coglie impreparati sia Fodale che Fragapane e fulmina l’incolpevole Trovato. I giallorossi non si perdono d’animo e conquistano il pallino del gioco, trovando il pareggio al 30′ con un’azione personale di Costa che ruba la sfera sulla trequarti e lascia partire un bolide che si spegne sotto l’incrocio dei pali. Terza rete in campionato per il talentuoso centrocampista messinese. Al 44′ recrimina il Città di Messina per un tocco di mano in area di Sorrentino non visto dal signor Ramondino di Palermo. Finisce qui la prima frazione di gara.

La ripresa vede gli ospiti prendere subito l’iniziativa: al 48′ ci prova Salvatore Trovato dai venticinque metri senza però riuscire a inquadrare lo specchio della porta. Due minuti dopo Costa tenta il bis ancora una volta con una conclusione dalla distanza, questa volta Ilardi non si lascia sorprendere e manda in corner. Dieci minuti più tardi il Città di Messina effettua la prima sostituzione della gara: uno spento La Rocca lascia spazio a Calogero. La partita non decolla e le due squadre si fronteggiano al centro del campo. I granata si affidano alla proiezioni offensive lungo le fasce, la retroguardia ospite non si fa mai trovare impreparata. Negli ultimi venti minuti calano i ritmi, al 76′ Salvatore Trovato esaurisce le energie e lascia il posto a D’Angelo. A due minuti dal novantesimo terzo cambio per la formazione messinese con Ghartey che rileva Matera. Dopo quattro minuti di recupero termina la gara.

Il Città di Messina ottiene il sesto risultato utile consecutivo e compie un ulteriore passo avanti verso la salvezza, agganciando in classifica Giarre, Città di Vittoria e Paternò a quota 26 punti.Domenica i giallorossi saranno impegnati al Garden Sport nel derby con l’Igea Virtus.

Il tabellino

Castelbuonese – Città di Messina 1-1

Marcatori: 18′ Totaro (C), 30′ Costa (CdM).

Castelbuonese: Ilardi, Prestigiacomo, Sorrentino, Megna, Maggio, Balistreri, Mercanti (76′ Pergolizzi), Li Castri, Totaro, El Almaroui, Antista. Allenatore: Corrado Mutolo.

Città di Messina: R. Trovato, Iovine, Fleri, Munafò, Fodale, Fragapane, La Rocca (60′ Calogero), D’Arrigo, Matera (88′ Ghartey), S.Trovato (76′ D’Angelo), Costa. Allenatore: Lucio D’Andrea.

Arbitro: Fabrizio Ramondino della sezione di Palermo. Assistenti: Michele Ciappa e Denise Salute entrambi di Caltanissetta.

Ammoniti: Fodale (CdM), Calogero (CdM).

Recupero: 0′ pt, 4′ st.

(58)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *