Calcio. Ancora una sconfitta per l’Acr Messina: contro la Sancataldese finisce 1 – 0

La Sancataldese, grazie ad un gol di Costanzo nel primo tempo, batte un Messina con molti limiti offensivi.

La partita inizia con un Acr Messina propositivo che, in meno di 10’ di gioco riesce a creare due potenziali occasioni da rete, ma la difesa della Sancataldese riesce comunque a salvarsi. I padroni di casa rispondono con Bruno prima e Ficarrotta poi, ma Lourencon risponde sempre presente. La partita continua con ritmi non elevati e senza chiare occasioni da gol. Al 23’ il Messina ci prova senza sorte con Catalano e successivamente serve un’ottima parata di Franza per deviare in corner la conclusione di Cocimano. Sul seguente corner, si innesca un clamoroso contropiede della Sancataldese chiuso da un tiro a giro di Montalbano, che per fortuna di Lourencon si stampa sul palo. Al 30’ cambia il risultato della partita. A segnare è Costanzo che, facendo partire un tiro svirgolato, manda la sfera sotto l’incrocio. Il Sancataldese passa in vantaggio: il risultato è 1 – 0. Al 35′ il Messina va vicinissimo al pareggio con Barbera, ma il suo tiro finisce sull’esterno della rete. La squadra di Biagioni meriterebbe il pari per le occasioni create, ma è evidente la mancanza di un finalizzatore sotto porta. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1 – 0 in favore dei padroni di casa. La Sancataldese fortunata nel trovare il vantaggio in mischia mentre l’Acr Messina continua a palesare i soliti limiti offensivi.

La ripresa inizia con il Messina alla ricerca del pari, però al 54′ rischia di subire il secondo gol. Zappalà sbaglia un facile disimpegno, Costanzo è bravo ad inserirsi, ma il suo tiro è bloccato senza patemi da Lourencon. Al 59′ serve un ottimo intervento di Lourencon per evitare il raddoppio della Sancataldese con Montalbano. Pochi minuti dopo è ancora il portiere brasiliano a dimostrare la sua bravura con un doppio intervento su Rizzo e Sicurella. Ci prova il Messina al 65′ con una punizione di Genevier, ma Franza respinge con una bella parata. Il Messina non si arrende e all’80’ potrebbe pareggiare. Corner di Genevier, uscita a vuoto di Franza e colpo di testa puntuale di Zappalà, ma Calabrese salva sulla linea. Vengono concessi cinque minuti di recupero, durante i quali la Sancataldese si salva con Di Marco che chiude sul cross basso di Cocimano. La partita si conclude con il risultato di 1 – 0 in favore dei padroni di casa.

L’Acr Messina ormai si trova in un tunnel dal quale non riesce ad uscire e paga la sterilità offensiva, la scarsa attenzione in fase difensiva e l’incapacità di saper reagire nei momenti complicati.

Giovanni Irrera

(168)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *