Calcio. L’Acr Messina cade contro il Bari. Al San Nicola finisce 2 – 0

Prova di carattere dell’Acr Messina, che esce sconfitto dal San Nicola contro un Bari nettamente superiore. Le reti della gara sono arrivate tutte nella ripresa, con Piovanello e Neglia.

La partita vede un inizio aggressivo della squadra di casa, che va vicina al vantaggio con un palo di Brienza su punizione all’ottavo minuto. Nonostante le numerose occasioni avute nella prima mezz’ora di gioco, il Bari non riesce a sbloccare il risultato. Al 36° i biancorossi arrivano ad un passo dal gol, con la conclusione di Piovanello che termina poco distante dal palo, e che viene seguita da una serie di altre occasioni. Il Messina ribatte e Genevier prova la sorte con un tiro da fuori area che finisce però alto. A cinque minuti dalla fine del primo tempo Neglia subentra a Floriano. E’ proprio l’ultimo entrato a sprecare, nel recupero, una buona occasione, chiudendo così il sipario su un primo tempo a reti inviolate.

Nella seconda frazione, senza cambi nella pausa, è sempre il Bari a fare la partita, mentre l’Acr Messina tenta di sfruttare le ripartenze. Al 4′ e al 13′ ci prova Amadio, che prima manca il bersaglio e poi viene fermato in angolo. Nonostante non manchino altre occasioni per  il Messina, è il Bari ad andare in rete: Lourencon riesce prima  a sventare la conclusione dalla distanza di Hamlili ma nulla può contro Piovanello che, nel proseguio dell’azione, impatta bene di testa il traversone di Simeri e segna. Al 17′ la squadra di casa passa in vantaggio. Dopo appena 60 secondi l’estremo difensore del Messina evita la seconda rete ma al 22° la squadra ospite, sbilanciata alla ricerca del pareggio, subisce il contropiede di Simeri che assiste Neglia, lesto a battere Lourencon e a firmare il raddoppio. Biagioni tenta di dare una scossa al Messina sostituendo Catalano a Janse e poi Dascoli ad Amadio, ma è sempre il Bari a fare la gara e a portare a casa il risultato. La partita termina con il risultato di 2 – 0, con un Messina troppo debole rispetto alla super-corazzata Bari.

Giovanni Irrera

(117)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *