Basket- Trento vince anche il terzo match ed elimina la Sigma Barcellona

BasketTermina in maniera davvero sorprendente l’avventura della Sigma Barcellona nei playoff. Il team di Perdichizzi cede ancora alla bestia nera Trento e deve dire addio al sogno promozione. L’inizio per Barcellona è traumatico. Dopo il canestro di Cittadini, che rompe subito il ghiaccio, Trento firma immediatamente un break di 11-0, con i soliti Umeh, Garri, Dordei ed Elder, già protagonisti delle prime due gare, volando sul +9. Dopo appena 4’ di gioco Perdichizzi è quindi costretto a chiamare time-out, anche perché la squadra mostra la stessa tensione che l’ha bloccata nella prima parte della serie. Dopo la sospensione si sblocca Hardy, ma la prima vera reazione si concretizza al 7’ con la tripla di Callahan (15-9). Il protagonista del match per Barcellona sarà però Thomas, la cui tripla consente di risalire fino al -3 (17-14). A pesare sono le palle perse, che costringono tra l’altro Mocavero a caricarsi di falli: per il lungo pugliese sarà una serata da incubo, che si chiuderà con 0 punti all’attivo, ben cinque falli commessi in appena 8’ ed un eloquente -4 di valutazione. Il quarto si chiude sul 22-14, con il solito Spanghero subito incisivo dopo l’ingresso dalla panchina.

Ad aprire il secondo parziale ben triple ospiti, che valgono il primo sorpasso della serata (22-23): a segno Bucci, finalmente subito in clima partita, a differenza di quanto avvenuto 72 ore prima, e per due volte Thomas, altro elemento che appare trasformato rispetto alle due deludenti prove offerte in terra siciliana. Immediata la reazione dei locali, sempre da oltre i 6 metri e 75, con Elder e Garri: le bombe dello statunitense e del lungo, peraltro fortunato nell’occasione, valgono un parzialone di 15-4 che vale il nuovo massimo vantaggio della serata (37-27). Il quarto è caratterizzato da continui strappi ed un contro-break di 10-0 consente alla Sigma di impattare: sono ancora Thomas e Bucci ad ispirare la grande reazione. L’unico punto della serata di Eliantonio vale anche il nuovo sorpasso (39-40) ma Dordei ed Umeh firmano gli ultimi canestri del primo tempo.

Pascolo è il protagonista del terzo quarto, nel quale realizza i primi quattro canestri di squadra (51-46). Callahan ed il solito Thomas, Cittadini ed i redivivi Green e Hardy consentono comunque ai giallorossi di restare pienamente a contatto e di trovare perfino il massimo margine della serata al 29’, sul 53-55. A questo punto però la reazione di Trento è rabbiosa e la Sigma esce con largo anticipo dalla sfida. Garri, ancora Pascolo ed Elder fissano il +4 della penultima sirena.

Green in apertura degli ultimi 10’ interrompe lo 0-6 di break con una tripla, riportando Barcellona a -1 (59-58). Alla bomba di Spanghero, inatteso attore protagonista della serie, ed al gioco da tre punti di Elder, risponderà con un’altra tripla Callahan (65-61). Il successivo maxi-break di 21-7, ispirato principalmente da Elder, immarcabile in questa serie, Umeh e Forray, sancirà l’epilogo dei quarti di finale, con Barcellona che proprio nel momento topico confermerà le difficoltà di una difesa capace di incassare ben 289 punti in tre gare: davvero troppo per puntare alla promozione in serie A, che per il terzo anno consecutivo sfuma nel corso dei play-off. L’ultimo ad arrendersi Bucci, apparso finalmente rigenerato soltanto a giochi ormai compromessi. Disarmante il dato relativo alla valutazione, che premia nettamente Trento: 107 a 44.

 Bitumcalor Trento – Sigma Barcellona 88-73

Parziali: 22-14, 21-26 (43-40), 16-15 (59-55), 29-18.
Trento: Umeh 22, Pascolo 15, Forray 3, Dordei 4, Garri 14, Elder 23, Conte 2, Spanghero 5, Basile. All: Buscaglia
Barcellona: Cittadini 6, Thomas 25, Hardy 7, Green 7, Bucci 16, Callahan 11, Mocavero, Eliantonio 1, Giuri, Coviello. All: Perdichizzi
Arbitri: Ursi-Ranaudo-Ciano

 

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *