Amatori Rugby Messina: grande esordio nel derby dello Stretto

amatori reggio 1È andato nel migliore dei modi l’esordio del Campionato di Serie B per l’Amatori Rugby Messina, con la vittoria unita ad un’ottima prestazione, ieri nel derby dello Stretto contro il Rugby Reggio Calabria, allo stadio “San Cristoforo” di Reggio Calabria.

Il punteggio finale è stato 15-27.

Ampia la soddisfazione per la squadra, che ha dato il meglio di sé in un match combattutocon avversari di tutto rispetto ma messi in ombra dai biancorossi, che hanno condotto un gioco fluido e veloce e con la capacità di sapersi opporre anche ai punti di forza dei gialloneri, certamente superiori in potenza fisica, in particolare nelle mischie e nei placcaggi.

Il presidente Nello Arena ha voluto esprimere il suo compiacimento per questo successo, dichiarando: “Grande partita e grande vittoria, sia di gioco che di risultato. Una bella prestazione, che ha visto funzionare il connubio tra i giovani e l’esperienza dei “veterani” dell’Amatori”.

Al coach Daniel Antonio Insaurralde il compito di analizzare gli aspetti tecnici dell’incontro: “Abbiamo messo in pratica tutto il lavoro svolto nel periodo di preparazione: è venuta fuori una squadra dinamica e dotata di concentrazione e determinazione, oltre alla capacità di un gioco collettivo in cui ognuno ha esercitato bene il suo ruolo. I primi dieci minuti sono stati determinanti per decidere le sorti dell’incontro, intascando le prime due mete. Potevamo fare di più, se non fosse stato per le decisioni arbitrali che hanno frammentato l’andamento della gara. Abbiamo, comunque, fatto una bella partita, in cui hanno spiccato le ottime prestazioni dei più giovani Casals, Romagnoli, Piovani e Bertè insieme ai più esperti Blandino, Centorrino, Garozzo e Lo Re. Ma ancora non siamo al cento per cento e la strada è lunga”.

Rammarico per l’allenatore biancorosso, per l’espulsione subita dall’arbitro Schillirò, a causa della sua posizione fuori l’area tecnica.

Nel corso del match si è registrato anche l’infortunio per Ahmid Salayman, che ha dovuto ricorrere alle cure mediche per la sospetta frattura di una costola.

L’incontro è iniziato sotto un caldo sole,sebbene minacciosi nuvoloni cominciavano ad avvicinarsi sul San Cristoforo. L’Amatori ha subito dato prova di avere un ottimo possesso di palla, portando ben presto a segno le prime due mete, al 3′ di Bertè, favorito dal passaggio dello scattante Casals; quest’ultimo ha trasformato. Al 6′ minuto l’espulsione di Insaurralde che non ha scoraggiato la formazione peloritana, supportata in campo, come sempre, anche dal capitano Gian Maria Santilano, e, dalla panchina, dal team manager Rosario Nunnari. All’8′ la seconda meta, con un’esaltante corsa in solitaria di Casals, partito dall’area di gioco dei biancorossi e inseguito invano dai reggini; lo stesso Casals ha trasformato. La reazione dei gialloneri non si è fatta attendere: dopo tre minuti è arrivata la meta dell’ex Amatori Bombaci, scaturita da un raggruppamento dopo una touch; trasformazione di Valenti. Per un pallone trattenuto da Santilano, al 26′ Valenti ha portato a segno la punizione assegnata. Due minuti dopo l’infortunio di Salayman, ricevendo una pestata al costato dopo essere stato placcato.

Il secondo tempo si è svolto sotto la pioggia scrosciante ed un forte vento. I messinesi hanno accumulato altri punti con due punizioni, al 10′ e al 14′, centrate da Casals. Tensione dai gialloneri, con l’espulsione di Ripepi. Poi, ancora una meta a favore dell’Amatori, realizzata al 23′ da Blandino e trasformazione di Casals. Per usare un tono alto della voce, cartellino giallo per il messinese Tornesi. Il Reggio, cercando di lottare fino in fondo, in tempo limite, al 41′, ha realizzato un’altra meta con Masuero, riuscendo a schivare la difesa peloritana; la trasformazione non ha centrato i pali.

(73)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *