Acr Messina, la cura Lucarelli funziona: 2-1 alla Casertana

lucarelli

Il Messina torna a gioire, sconfiggendo per 2-1 la Casertana in una gara sofferta. I gol tutti nel primo tempo, con i siciliani avanti grazie a Madonia e Rea al 16′ e al 20′, prima del gol di Corado al 46′ del primo tempo e seconda vittoria consecutiva per Cristiano Lucarelli, che stappa nel migliore dei modi anche l’esordio in campionato. Il tecnico livornese conferma il 4-3-3, con la coppia centrale di difesa formata da Maccarrone e Rea, mentre a destra c’è subito una chance per Grifoni. In mezzo Musacci confermato nel ruolo di playmaker, con Foresta e Mancini a completare la mediana. In avanti spazio al tridente “leggero” con Milinkovic e Ferri esterni, con Madonia finto “nueve” al posto dello squalificato Pozzebon. Dopo un inizio alla camomilla il Messina piazza un uno due deleterio per i campani.

Si parte al 16′ quando Foresta ruba palla nel cuore della metà campo rossoblù dando vita ad un tre contro due, con Ferri che serve Madonia che a tu per tu con Ginestra non lascia scampo all’estremo ospite. Al 20′ arriva il raddoppio dei padroni di casa, grazie ad un angolo battuto da Milinkovic che trova Rea nel cuore dell’area di rigore che con uno stacco impetuoso manda la palla all’incrocio.

Il Messina in campo sembra volare, gli spazi concessi dai campani sono l’ideale per gli attaccanti peloritani, mentre la Casertana dietro balla e rischia di capitolare di nuovo al 24′, con Milinkovi che ruba palla e serve Foresta defilato sulla destra che prova a calciare sul primo palo graziando Ginestra. Ancora Messina al 28′, corner dalla sinistra e stacco di Rea sul primo palo con la sfera che termina di poco a lato. Il Messina però commette il grave errore di chiudersi troppo e non ripartire più con la stessa intensità, errore che la squadra di Lucarelli paga a caro prezzo nel primo dei due minuti di recupero, quando Carlini viene servito in area sulla sinistra e mette dentro sul primo palo trovando la deviazione vincente di Corado.

Un vero peccato per i siciliani, che tornano negli spogliatoi con un vantaggio minimo alla fine di un primo tempo a tratti dominato. Dagli spogliatoi esce fuori una Casertana più briosa e reattiva, vogliosa di prendere campo mentre il Messina ha sempre il passo compassato con cui ha terminato il primo tempo. La ripresa però si trasforma in una sofferenza, la paura attanaglia le gambe dei padroni di casa, così ne esce fuori una gara spezzettata, poco divertente ed anche nervosa.

Al 92′ il Messina sfiora il 3-1, con Milinkovic che va via e dalla destra calcia un diagonale rasoterra che colpisce il palo. Al fischio finale i tifosi giallorossi possono esultare per un successo sofferto ma meritato, da parte di un Messina che finalmente esce tra gli applausi del “Franco Scoglio”.

Tabellino
Acr Messina-Casertana 2-1
Marcatori: 16′ Madonia, 20′ Rea, 46′ p.t. Corado
Acr Messina
Berardi, De Vito Maccarrone, Ferri (56′ Palumbo), Musacci, Milinkovic, Madonia (77′ Akrapovic), Foresta, Rea, Mancini, Grifoni (63′ Capua)
A disposizione: Russo, Bramati, Fusca, Ricozzi, Bruno, Rafati, Gaetano, Mileto, Marseglia,
All. C. Lucarelli
Casertana
Ginestra, Finizio (46′ Colli), Lorenzini, Potenza (69′ Giorno), Corado,Ramos, Matute, D’Alterio, Carriero, Orlando (61′ Ciotola), Carlini
A disposizione: Fontanelli, De Marco, Rajcic, Bernardes, De Filippo, Taurino, Porcaro
All. A. Tedesco
Arbitro: Sig. Fabio Schirru della sez. di Nichelino
Guardalinee: V. Vecchi e F. Cantalfio di Lamezia Terme
Ammoniti: Matute, Milinkovic, Rea, D’Alterio, Foresta, Carriero, Berardi

(76)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *