Il Messina blocca il Lecce, Tavares risponde al rigore di Lepore

20160417_165526Il Messina trova un punto nel match interno di questo pomeriggio con il quotato Lecce. I peloritani compiono un ulteriore passo verso la salvezza fermando sull’1-1 la formazione pugliese e conquistando la salvezza matematica, vista la contemporanea sconfitta del Monopoli.

E’ il Lecce a sbloccare la gara  al 63′ con un contestato rigore di Lepore procurato dall’ex Caturano. Otto minuti dopo però rimette le cose a posto Tavares trovando la deviazione vincente sul cross dalla destra di Mileto. Il Messina nel finale ha addirittura l’occasione per il colpaccio ma Cocuzza non inquadra da ottima posizione.

Supremazia territoriale del Lecce nei primi dieci minuti di gara, ma è il Messina a rendersi pericoloso per primo con un tiro da posizione defilata di Gustavo respinto in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo ci prova poi Tavares di testa senza però inquadrare la porta. Al 19′ risponde il Lecce con un lancio verticale di Cosenza per Moscardelli labaciato a rete, Addario ritarda l’uscita ma riesce a neutralizzare la conclusione dell’esperto attaccante ex Bologna. Al 29′ ghiotta occasione del Messina con un lancio dalle retrovie che coglie impreparata la difesa pugliese, Salveminiha sui piedi un pallone d’oro ma da posizione privilegiata angola troppo il tiro. Al 38′ Lecce pericoloso con una botta al volo di Papini che raccoglie la respinta avversaria, ma alza troppo la mira. Un minuto dopo salva Mileto su Sowe che vince un rimpallo con Martinelli e calcia a botta sicura.

Nel secondo tempo il primo tentativo è del Messina al 57′ con un tiro-cross di Zanini respinto dalla retroguardia leccese. Al 62′ rigore per il Lecce assegnato dall’arbitro in seguito al contatto di De Vito sull’ex di turno Caturano. Decisione del signor D’Apice apparsa troppo severa. Dal dischetto Lepore sblocca il risultato. Al 67′ Di Napoli tenta di scuotere la squadra con l’ingresso in campo di Cocuzza al posto di Russo. Al 71′ arriva il pareggio del Messina con Tavares che indovina la deviazione vincente su lancio dalla destra di Mileto. Al minuto 80 ci prova Lepore con un tiro defilato che costringe Addario ad alzare in corner. All’87’ ancora in avanti il Lecce con un cross dalla destra di Lepore su cui Caturano manca la deviazione di testa. Al 90′ contropiede del Messina con Tavares che apre con l’esterno verso Cocuzza, ma il suo diagonale termina clamorosamente fuori. È l’ultima azione degna di nota della gara che termina dopo cinque minuti di recupero.

Una prova convincente degli uomini di Di Napoli che hanno contenuto senza troppe sbavature un Lecce venuto in riva allo Stretto con l’obiettivo di portare a casa i tre punti per continuare a credere al sogno promozione.

 

Il tabellino

Messina – Lecce 1-1

Marcatori : 63′ rig. Lepore (L), 71′ Tavares (M)

Messina: Addario, Mileto, De Vito, Russo ( 67′ Cocuzza) Martinelli, Burzigotti, Fornito, Zanini, Tavares, Gustavo, Salvemin (82′ Padulano). Allenatore : Raffaele Di Napoli.

Lecce : Bleve, Alcibiade, Legittimo, Papini, Cosenza, Abruzzese, Lepore, Salvi (80′ Lo Sicco), Moscardelli, Sowe (60′ Caturano), Doumbia (75′ Carrozza). Allenatore : Piero Braglia.

Arbitro : Giosuè Mario D’Apice della sezione di Arezzo. Assistenti : Mauro Galetto di Rovigo e Salvatore Affatato della sezione di Vico.

Ammoniti: Fornito (M), Cosenza, Caturano, Papini  (L)

Recupero : 0′ pt, 5’st

 

 

(70)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *