Messina e Paganese regalano spettacolo e si accontentano del 2-2

stadio san filippoNel primo match dopo l’intitolazione dello stadio a Franco Scoglio il Messina impatta 2-2 con la Paganese. La squadra guidata da Lello Di Napoli, all’esordio casalingo in panchina, conquista un punto rimontando per due volte la formazione campana guidata dall’ex Grassadonia anche grazie all’ausilio del difensore avversario Acampora che, a venti secondi dall’entrata in campo, deposita il pallone nella propria porta. Formazione rimaneggiata per il Messina, Di Napoli rimedia alla squalifica di Martinelli schierando De Vito in posizione centrale in coppia con Burzigotti, sulle fasce agiscono Zanini e Barillaro. Sulla mediana spazio a Fornito, Giorgione e Baccolo. In attacco esordio dal primo minuto per Barisic che ha il compito di supportare insieme a Gustavo l’unica punta Tavares.

Sotto la pioggia le due squadre non rinunciano ad essere propositive già dalle prime battute. A sorpresa è la Paganese a sbloccare il risultato. Al 20′ Carcione batte con un destro al volo un non impeccabile Berardi, sugli sviluppi di un corner battuto da Caccavallo. Il Messina reagisce con Gustavo e Fornito, ma l’ex di turno Marruocco riesce a dire di no ai giallorossi. Al 37′ i campani rischiano addirittura il raddoppio, questa volta è la traversa a salvare Berardi, rimasto immobile, dopo una punizione di Caccavallo. Il Messina reagisce al 42′ con Tavares che colpisce a botta sicura dalla breve distanza dopo un assist di Giorgione, ma anche in questo caso Marruocco c’è.

Nella ripresa i padroni di casa continuano a premere sull’acceleratore e al 50′ trovano il pareggio con un bolide da fuori area di Barisic che festeggia al meglio l’esordio dal primo minuto. Passano appena cinque minuti e la Paganese mette nuovamente la freccia con un colpo di testa di Deli che sfrutta la poca reattività di Berardi e una leggerezza in marcatura di Barillaro. Gli ospiti adesso fanno paura e al 65′ sfiorano il tris quando il diagonale di Deli timbra il palo. Per il Messina la gara sembra prendere una brutta piega: al 66′ Baccolo, già ammonito, stende Caccavallo e rimedia il secondo giallo. L’inferiorità numerica dura però soltanto sette minuti, al 73′ Esposito abbatte Scardina in area. L’arbitro fischia il rigore ed espelle il difensore ospite. Dal dischetto Tavares sciupa tutto e manda fuori. Ma al 76′ il neo entrato Acampora ristabilisce la parità deviando goffamente un traversone di Scardina verso la propria porta. Alla fine è 2-2, un risultato che accontenta entrambe le formazioni.

Nel prossimo turno i giallorossi saranno di scena a Matera.

Il tabellino

Messina-Paganese 2-2

Marcatori: 20′ Carcione  (P), 50′ Barisic (M)’, 55′ Deli (P) , 76′ autorete Acampora (P)

Messina: Berardi, Barilaro, Zanini, Baccolo, Burzigotti, De Vito, Fornito (86′ Genny Russo), Giorgione, Tavares, Gustavo (68′ Giuseppe Russo), Barisic (57′ Scardina). AllenatoreRaffaele  Di Napoli

Paganese: Marruocco, Esposito, Bocchetti (57′ Penna), Carcione, Sirignano, Tsouka, Deli, Guerri, Cicerelli (65′ Vella) (76′ Acampora), Caccavallo, Cunzi. AllenatoreGianluca Grassadonia
Arbitro: Francesco Forneau della sezione di Roma 1

Assistenti: Veronica  Vettorel della sezione di Latina e Leonardo De Palma della sezione di Termoli

Ammoniti: Fornito, De Vito, Baccolo, Giorgione (M) Cunzi, Marruocco, Guerri, Esposito (P)

Espulsi: Baccolo (M) Esposito (P)

Recupero: 2’pt, 4’st

(41)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *