Servizi sociali: Mantineo fa il punto con i sindacati, assenti i confederali

Mantineo con sindacatiSi sono svolti oggi, a Palazzo Satellite, i primi incontri programmati dall’assessore alle politiche sociali, Nino Mantineo, con le organizzazioni sindacali, gli enti, le istituzioni ed associazioni di categoria, al fine di avviare un percorso di collaborazione per la programmazione, la verifica e la valutazione dei servizi sociali. Alla prima riunione hanno partecipato i responsabili delle organizzazioni sindacali Dicapp, Csa, Cub e Orsa; alla seconda, i presidenti delle centrali cooperativistiche Legacoop, Confcooperative, Agci, Unicoop e Unci. A conclusione dei due incontri l’assessore Mantineo ha sottolineato di “avere indicato, nel metodo della concertazione con le parti sociali, la linea che intende perseguire per porre le basi di un miglioramento dei servizi sociali in città. A tal scopo tutti i rappresentanti hanno apprezzato e condiviso la disponibilità dell’Amministrazione comunale ad interloquire con le rappresentanze sindacali, ritenendo che il potenziamento, la valorizzazione e il miglioramento dei servizi stessi costituisca la vera priorità per risollevare le condizioni socio-economiche della nostra città. L’incontro è stato utile, per indicare nel metodo sopra espresso, l’avvio di un percorso condiviso che possa garantire la corresponsabilità dei vari soggetti in campo, Comune e Parti Sociali, per ridefinire gli obiettivi e le strategie che si devono adottare in tempi brevi per garantire i servizi, le condizioni di lavoro e soprattutto le risposte più opportune alle istanze dei cittadini nella fruizione dei servizi. Una condizione di apprezzamento e di stima – prosegue l’assessore – è stata altresì manifestata dai rappresentanti delle centrali cooperativistiche presenti in città. Nel corso dell’incontro si è ritenuto che il mondo della cooperazione debba guadagnare in termini di credibilità e di trasparenza agli occhi di tutta la comunità e in primo luogo nella percezione che di esse hanno i cittadini bisognosi. Questa, che potrebbe apparire una sorta di autocritica, è da indicare come un punto di debolezza nell’erogazione dei servizi, pure di quelli affidati alle cooperative sociali, di un sistema che appare datato e superato sia nell’individuazione dei bisogni e soprattutto nelle modalità con le quali si intende dare le risposte. Le centrali cooperativistiche, per le ragioni prima dette, intendono collaborare da qui in avanti con la nuova Amministrazione comunale nell’ottica del recupero del progetto di mutualità e di solidarietà, che è proprio della cooperazione sociale di tutti i lavoratori, pur garantendo loro i giusti diritti spettanti; in tal senso, come parti presenti alla riunione, abbiamo condiviso la medesima preoccupazione per i lavoratori i cui pagamenti sono in ritardo. Amministrazione comunale e centrali cooperativistiche – conclude l’assessore Mantineo – si pongono ancora l’obiettivo di concorrere ad un ammodernamento del sistema di welfare municipale, inserendo al centro dello stesso, i bisogni reali della popolazione, a partire dai bambini e dai giovani e senza trascurare i disabili, le donne e gli anziani, per rendere tutto il sistema capace di affrontare le nuove sfide finanziarie ed economiche nell’ottica, comunque sia, di ottimizzare le risorse che di aggiornare il sistema dell’offerta dei servizi”. Gli incontri proseguiranno sabato 6, alle ore 10, nei locali dell’assessorato a Palazzo Satellite, con i presidenti delle Fondazioni Don Pino Puglisi e Bonino Pulejo, della Caritas, della Bcc, del Movi, dell’Osservatorio Lucia Natoli, del Forum delle Famiglie ed il vicepresidente della Consulta Organizzazioni Sociali Cesv.

 

(49)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *