Palazzo Zanca. Convegno internazionale “Dislessia, Arte e nuove Tecnologie”


dislessiaArte, tecnologia, diritti e multiculturalismo per superare l’ostacolo della dislessia. Partiranno da questi punti cardine i lavori del Convegno internazionale che la Cisl e l’Anolf, l’Associazione Oltre le Frontiere del sindacato, organizzano per venerdì pomeriggio 12 luglio alle 17.00 al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

I lavori introdotti da Carlo Mastroeni, presidente dell’Anolf e project manager dell’iniziativa, approfondiranno le metodologie più innovative per abbattere le barriere provocate dalla dislessia e dalle altre difficoltà dell’apprendimento. «L’iniziativa – spiega Mastroeni – si sviluppa nell’ambito di un progetto che ha coinvolto diversi paesi europei con una sperimentazione pilota sulle tecniche innovative per aiutare i dislessici a superare le loro difficoltà. Messina ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo dell’intero progetto grazie al coinvolgimento tanto dell’associazionismo e del volontariato quanto dell’Università degli Studi e del Csa».

Il programma dei lavori prevede i saluti dell’assessore comunale di Messina alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, del segretario generale Cisl Messina Tonino Genovese, del presidente Lions Club S. Teresa di Riva Rosario Trimarchi e della responsabile messinese dell’Aid (Associazione Italiana Dislessia) Grazia Rita Restuccia che approfondirà il ruolo dell’Associazione sia come gruppo di pressione sui decisori politici che come assistenza alle famiglie e ai professionisti che operano nel settore.

Previste le relazioni del dott. Marco Lamberti, specialista in Neuropsichiatria infantile dell’Università di Messina, della prof.ssa Jane Myers, esperta in Specific Learning Difficulties dell’Università di Reading (Regno Unito), del dott. Gurkan Gur, responsabile del Ministero della Pubblica Istruzione della Turchia per la regione di Adana, della dott.ssa Anne Mette Poulsen, responsabile Servizi Sociali del Comune di Slagelse – Danimarca, della prof.ssa Laura Fleres, segretaria generale Cisl Scuola Messina, del dott. Luca Grandi, responsabile del Centro ricerche Anastasis, delle dott.sse Tiziana Calarese e Rosa Grosso, responsabili Studio Athena di Messina, che porteranno alla platea del convegno esperienze concrete della lotta alla dislessia nel nostro territorio. Le conclusioni sono affidate alla prof.ssa Antonella Gagliano dell’Istituto di Neuropsichiatria infantile dell’Università di Messina.

«Il convegno, come si può notare – continua Carlo Mastroeni – ha un ampio respiro internazionale proprio perché da Messina è partita un’attività che ha coinvolto diverse realtà europee esaltando il metodo innovativo utilizzato per consentire ai dislessici di superare le barriere che la scuola e il mondo del lavoro frappongono alla loro piena affermazione sia scolastica che occupazionale. Attraverso l’arte, l’utilizzo delle moderne tecnologie, la piena applicazione dei diritti ora riconosciuti nelle varie legislazioni nazionali e comunitarie, nonché grazie al multiculturalismo, si riesce ad assicurare ai dislessici una maggiore consapevolezza delle capacità spesso inespresse».

Nel corso della manifestazione saranno premiati i vincitori del concorso internazionale “Dys-Art”, che ha coinvolto circa 150 dislessici di tutta Europa che hanno presentato le loro opere artistiche, di letteratura o musicali. Per un approfondimento dei temi del concorso e la visualizzazione dei lavori è possibile collegarsi all’indirizzo internet: dys-art.eu

(76)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *