Open Day 2014 di Ai.Bi.: incontri per scoprire il mondo dell’adozione

Ai BiAmici dei Bambini apre le sue porte a chi vuole aprire quelle di casa propria a un bambino abbandonato. Si rinnova, per il terzo anno consecutivo, il tradizionale appuntamento con l’Open Day sull’Adozione Internazionale : sabato 27 settembre.

Quattordici sedi di Ai.Bi. sparse sul territorio italiano saranno quindi eccezionalmente aperte anche nel weekend per un importante momento di formazione, informazione e sensibilizzazione per tutti coloro che vogliono conoscere meglio quella straordinaria forma di accoglienza che è l’adozione. Sarà così possibile scoprire la bellezza dell’adozione, conoscere il mondo di Ai.Bi. con le sue attività e i suoi progetti al fianco dell’infanzia abbandonata e mettersi alla prova come genitori.

Gli aspiranti papà e mamme, infatti, potranno incontrare personale competente e professionisti del settore, pronti a illustrare l’iter, le pratiche e il percorso da compiere per avvicinarsi all’adozione, fornendo tutte le informazioni necessarie. Inoltre, sarà conoscere i testimonial delle campagne targate Amici dei Bambini, ascoltare le testimonianze delle coppie che hanno già vissuto l’esperienza dell’adozione e riflettere con loro sull’importanza di una tale scelta di vita.

A Messina, l’appuntamento si terrà nella nuova sede di Camaro dell’Associazione (Via Biagio Calarco, 25), dalle 16.00 alle 19.30.

L’accoglienza di un bambino abbandonato è sempre più una necessità in un mondo che attualmente conta 168 milioni di minori che crescono senza famiglia, di cui più di 15 milioni sono orfani di entrambi i genitori a causa dell’Aids. Solo in Italia sono 30mila i bambini fuori famiglia. Dati che fanno dell’abbandono la quarta emergenza umanitaria mondiale.

Mentre il numero di bambini abbandonati aumenta di circa 5 milioni all’anno, però, cala quello delle adozioni. Dal 2010 si assiste a una grave crisi delle adozioni internazionali, con un continuo calo delle coppie che scelgono questa forma di accoglienza e che ottengono il decreto di idoneità. Nel 2013 il numero di adozioni realizzate è ulteriormente sceso rispetto al 2012 (2825 contro 3106), così come quello degli aspiranti genitori (2291 contro 2469). E questo nonostante l’aumento dei casi di infertilità. La fecondazione eterologa, pur con tutte le sue contraddizioni, rischia di far prevalere il presunto diritto alla genitorialità sul sacrosanto diritto di essere figlio di tanti bambini abbandonati, che hanno una grande “Fame di Mamma”.

Si chiama così la nuova campagna di Amici dei Bambini nell’ambito della quale è organizzato l’Open Day 2014, come strumento del progetto “L’adozione è una cosa meravigliosa”. L’iniziativa di quest’anno è realizzata con il supporto dell’Istituto Italiano della Donazione e la collaborazione dei media partners “Avvenire”, “Vita” e Radio 101. 

(54)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *