La Messina 2013 nei numeri: salgono tasse e prezzi scende la popolazione

municipioL’ufficio Statistica del dipartimento Servizi al cittadino ha pubblicato sulla pagina web di statistica del sito istituzionale www.comune.messina.it il report “la città in cifre” articolato in sette tematiche. Relativamente alla popolazione, Messina, al 31 dicembre 2013, conta 241.997 abitanti, di cui 115.800 maschi e 126.197 femmine. I cittadini stranieri sono 11.797 (5.846 maschi e 5.951 femmine) ed il trend demografico è decrescente, con saldo migratorio sempre negativo (-780 unità) solo parzialmente compensate dal saldo migratorio estero (+468). Per l’ambiente, nel 2013, aumentano il numero di incendi (201) ma diminuisce la superficie percorsa dal fuoco (324,60h). La disponibilità di verde urbano per abitante è complessivamente di 13,1 mq,; di questi 0,2 mq sono di verde attrezzato (piccoli parchi e giardini di quartiere con giochi per bambini, aree cani, …) e 0,23 mq di aree di arredo urbano (piste ciclabili, rotonde stradali, spartitraffico riferiti ad aree permeabili/non asfaltate). I livelli medi di rumore (Laeq), sia diurno che notturno, in tutte le centraline del Comune di Messina, sono superiori ai limiti di legge. Diminuiscono i rifiuti prodotti in città, 113.453,56 tonnellate, pari al 7,39% in meno rispetto al 2012. In discarica è stato conferito il 7,23% in meno dei rifiuti rispetto al 2012. Aumentano rispetto al 2012 le quantità di differenziata relative a vetro (+84,95%), materie plastiche (+52,28), farmaci (+54,29%) e legno (+8,63%). In generale i rifiuti differenziati diminuiscono del 10,18% rispetto al 2012. Diminuisce, nel 2013, l’acqua fatturata alle utenze di uso civile domestico. In generale è stato fatturato l’11,29% in meno di acqua rispetto al 2012. Il settore prezzi registra a Messina nel 2013 la crescita più elevata (+1,7) dell’indice dei prezzi al consumo. Aumento dovuto all’incremento di quelli inerenti la divisione abitazione (+5,8%), mobili e articoli per la casa (+2,4), dei trasporti (+1,7) e dei prodotti alimentari (+1,2). In particolare le variazioni più elevate sono state registrate per la tariffa rifiuti solidi (+42,38%), mense scolastiche (+ 120%), gasolio per riscaldamento (+23,09%), spettacolo teatrale abbonamento (+22,30%). Per quanto riguarda le imprese nel 2013 se ne contano 19.820 con un saldo iscritte cessate di 123 unità. Il tasso di natalità (6,42), relativo alle imprese, è più elevato della Regione Sicilia (6,55) e della Provincia di Messina (6,00). Il tasso di mortalità delle imprese messinesi (5,80) è più basso di quello siciliano (7,13) e leggermente più elevato dell’intera provincia (5,62). Il settore di attività prevalente è il commercio all’ingrosso e dettaglio (34,20%), seguito dal settore costruzioni (13,15%). Relativamente al commercio in città insistono circa 26 esercizi commerciali per Kmq e circa 23 esercizi ogni 1.000 abitanti. La circoscrizione con il più alto numero di esercizi per Kmq è la quarta (376,51), mentre la sesta è quella in cui si registra la più bassa densità (4,97). Il quartiere in cui si ha la densità maggiore, in rapporto ai residenti, è il quarto con 60,34 esercizi ogni 1.000 abitanti, mentre i valori più bassi si registrano nel secondo (10,74) e nel quinto con 10,53 esercizi ogni 1.000 abitanti. Per il turismo nel 2013 sono state 86.876 le presenze totali registrate; nelle strutture alberghiere 73.572, negli esercizi complementari ed altri alloggi 13.304. Le presenze italiane sono state 68.644 (79%), prevalentemente provenienti dalla Sicilia (43,75%), 18.232 quelle straniere. In città vi sono 0,29 esercizi ricettivi ogni kmq e 0,26 esercizi ricettivi ogni 1.000 abitanti, all’interno dei quali si hanno 17,88 posti letto per kmq pari a 20 posti letto ogni 1000 abitanti. Il 40% circa dei posti letto delle strutture alberghiere è concentrato negli alberghi a 4 stelle. La permanenza media a Messina è leggermente più elevata nei cittadini stranieri (2,24 giorni). Le presenze straniere dell’intera Provincia rappresentano il 61 % del totale, contro il 49% registrato in Italia e Sicilia ed il 18% del Comune di Messina. Per una trattazione più dettagliata è possibile consultare il “Primo rapporto sul turismo a Messina” scaricabile sempre dal sito web del Comune alla sezione statistica. Al Comune i dipendenti sono in un rapporto di 7,42 ogni 1.000 abitanti. Il 31,83 per cento di questi ha un’età superiore ai 60 anni ed un’età media di 54,73. Nei prossimi 5 anni raggiungeranno l’età pensionabile il 44% circa di quelli di categoria A, il 43% degli ex 4 qualifica funzionale, il 48% circa degli ex 5 qualifica funzionale ed il 41% dei funzionari (ex 7 qualifica).

(49)

Categorie

Curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *