Anche a Messina arrivano Le Sardine per dire “No a Salvini”

Nato a Bologna per dimostrare dissenso e opposizione al leader della Lega Matteo Salvini, il movimento de “Le Sardine” arriva anche a Messina. A raccontarci la nascita del gruppo messinese, la giovane Monia Ben R’houma, tra gli amministratori del gruppo Facebook. 

Stretti come sardine

Lo scorso 14 novembre, a Bologna, 4 comunissimi ragazzi, sono riusciti a radunare davanti alla Basilica di San Petronio oltre 10 mila partecipanti – senza colori e simboli politici – per dimostrare opposizione al leader della Lega, Matteo Salvini, arrivato in città per inaugurare la campagna elettorale in vista delle Elezioni Regionali del 26 gennaio in Emilia Romagna. L’iniziativa, costruita con creatività e ironia grazie alla rete social, ha preso piede anche in altre parti del Paese. Da Modena a Perugia, da Torino a Firenze. Da Palermo a Messina.

Arrivano “Le Sardine di Messina”

Un semplice gruppo su Facebook per aderire all’iniziativa nazionale anti Salvini.  Un gruppo nutrito di ragazzi provenienti da Messina e dalla provincia. Tra queste anche Monia Ben R’houma, 23enne studentessa di giurisprudenza e mediatrice linguistico-culturale che ci dice: «siamo dei ragazzi di diverse città della provincia di Messina. La realizzazione del gruppo è stata di Mattia Dragà e successivamente io e Marica Santoro ci siamo aggregate perché ci siamo trovati uniti dalla stessa intenzione di portare a Messina questa iniziativa. Stessa cosa è avvenuta con gli altri attuali amministratori del gruppo. È, come già dichiarato, un movimento apartitico per fare qualcosa di concreto, per scendere in piazza e smettere di criticare solo dietro gli schermi e dire basta a quelle che sono le ideologie leghiste, soprattutto qui al sud.  Ancora non abbiamo organizzato un flashmob ma ci stiamo lavorando. La cosa positiva è che nel giro di pochissime ore il gruppo sta aumentando in maniera notevole».

(1228)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *