Sparatoria al M’Ama: forse il bersaglio era il buttafuori

m'amaSparatoria al M’Ama: forse il bersaglio era il buttafuori. I tre proiettili che hanno ferito la giovane 34enne all’uscita dal locale probabilmente erano indirizzati verso uno dei buttafuori del M’Ama. Una sorta di vendetta nei confronti di chi, qualche ora prima, avrebbe impedito ai due criminali di partecipare alla serata ad inviti che si stava svolgendo all’interno del lido.

Questa, secondo le testimonianze raccolte dai Carabinieri, sarebbe una delle ricostruzioni più plausibili di quanto avvenuto la notte tra venerdì e sabato all’ingresso di uno dei locali più noti e frequentati della riviera nord di Messina. Le forze dell’ordine sarebbero inoltre già riuscite ad individuare i due giovani ma c’è il massimo riserbo sulle indagini ancora in corso.

La ragazza rimasta ferita nella sparatoria ha subito una delicata operazione all’Ospedale Papardo ma è ufficialmente fuori pericolo. Uno dei proiettili che l’ha colpita, infatti, le ha sfiorato l’arteria femorale.

(1641)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *