M5S interviene sulla chiusura del reparto di Logopedia: «Ennesimo regalo alla sanità privata»

Foto dell'ospedale Papardo di MessinaIl M5S (Movimento Cinque Stelle) interviene in supporto dei genitori e dei bambini che si sono visti cancellare senza alcun preavviso il servizio di logopedia che prima si svolgeva presso l’AO Papardo.

La mancata erogazione del servizio da oltre 4 mesi ha di fatto cancellato il servizio in oggetto lasciando senza assistenza decine di piccoli pazienti.
L’interruzione del percorso sanitario, con tutta evidenza, non può non avere determinato gravi conseguenze nei soggetti bisognosi del servizio.
L’assoluta mancanza di organizzazione e di attenzione verso questi pazienti ha comportato il dirottamento dell’utenza presso le strutture Piemonte e IRCSS ove però nessun servizio di ortopedia risulta attivo. Anche l’ASP risulta avere allargato le braccia ai genitori, in quanto i tempi di attesa superano i 2 anni.
«Tutto ciò appare particolarmente grave – dichiara l’Avv. Antonio De Luca, legale di alcuni dei genitori interessati, nonché candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni Regionali – l’interruzione del servizio e l’impossibilità di aderire a un’offerta sanitaria pubblica costringe i genitori con sufficienti disponibilità economiche (e solo questi) a intraprendere un nuovo percorso presso strutture private».
«Questa situazione, che non esito a definire paradossale – prosegue De Luca – è l’ennesimo regalo alla sanità privata a danno dei cittadini e in particolare delle fasce più deboli, il Movimento 5 Stelle non rimarrà inerme e insieme agli attivisti del Meetup Grilli dello Stretto prenderà parte al presidio che si terrà domani alle ore 10:00 davanti all’accesso dell’AO Papardo e interesserà la propria depurazione per interrogare le Istituzioni competenti e stimolare a risolvere il problema».

 

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *