Senza soldi la mensa scolastica non parte. Trischitta e Gioveni “Paghi Accorinti”

mensa-scolasticaA pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico, il servizio mensa è ancora lontano dal ripartire. Con la mancata approvazione del bilancio consuntivo non è possibile, infatti, far ripartire le mense per gli alunni che svolgono il tempo pieno. Un copione già noto che si ripresenta a distanza di pochi mesi.

Ieri  la Cgil ha organizzato un sit-in di protesta davanti a Palazzo Zanca, incontrando poi, insieme ad alcuni rappresentanti dei genitori degli alunni, l’assessore alle Politiche Scolastiche Daniela Ursino. Quest’ultima stamane è intervenuta sulla questione durante i lavori della seduta congiunta tra la terza e la settima commissione consiliare. Ursino ha dichiarato che l’amministrazione comunale è al lavoro per rintracciare risorse utili a garantire il servizio, senza però chiarire i tempi necessari per tornare alla normalità e garantire quotidianamente i pasti alle migliaia di alunni messinesi.

Intanto, il consigliere di Forza Italia Giuseppe Trischitta, durante un accorato intervento, ha invitato il sindaco Accorinti ad utilizzare i propri guadagni per garantire le mense nelle scuole. “Accorinti – ha spiegato Trischitta – utilizza un fondo personale per i propri viaggi, lo impieghi per una giusta causa”. A fare eco al capogruppo di Forza Italia, il consigliere Udc Libero Gioveni. “Accorinti ha fin qui guadagnato 200mila euro, sarebbe bello se destinasse tale cifra alle mense”.

A.C.

(103)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *