Riqualificazione periferie, Messina riceve 18 milioni di euro

periferiaIn merito all’ottenimento delle risorse economiche previste dal bando per la riqualificazione delle periferie, l’assessore all’Urbanistica, Sergio De Cola, ha dichiarato in una nota che: “Il Comune di Messina è rientrato nel primo gruppo dei soggetti assegnatari dell’intero finanziamento richiesto, e cioè 18 milioni di euro.

“La notizia è arrivata ieri, lunedì 26, come un regalo di Natale dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e fa molto piacere  – prosegue De Cola nel documento – poiché giunge alla fine di un percorso di partecipazione e condivisione in cui si sono dapprima chieste le idee e su queste si è costruita una proposta forte e credibile per la città. È una bella esperienza perché ci ha consentito non solo di lavorare in modo partecipato ma anche di intervenire in alcune tra le zone più fragili della città con azioni importanti sul piano della riqualificazione sociale prima ancora che urbana. Ci sono molti ringraziamenti da fare a chi ha partecipato attivamente lavorando per consentire di consegnare la documentazione richiesta entro il 30 agosto scorso”.

“Desidero  ringraziare  – aggiunge l’assessore – tutti i soggetti che con l’Amministrazione hanno costruito la proposta che oggi ottiene un finanziamento importante per la zona sud della città. Innanzitutto gli uffici diretti da Giovanni Bruno, la società EcosMed, il Consorzio Sole, le cooperative Lilium e Hic et Nunc, e l’associazione Maria Regina. Inoltre un ringraziamento va rivolto alla professoressa Marina Arena dell’Università di Messina, che ha garantito con la sua capacità una corretta lettura ed interpretazione del bando da un punto di vista Urbanistico. Adesso bisogna ricominciare a lavorare  – conclude De Cola – perché la città di Messina non solo ha ottenuto l’intero finanziamento richiesto ma è entrata nel primo gruppo dei soggetti finanziati e la convenzione dovrà essere firmata entro il 28 febbraio 2017. Per tale ragione auguro buon lavoro a tutti”.

(341)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *