Nebrodi, i Nas controllano bestiame e aziende casearie

carabinieri Radiomobile bellissimaAllevamenti, aziende agricole e caseifici della zona di Patti sono finiti sotto la lente d’ingrandimento dei carabinieri del Nas di Catania.

Il motivo del blitz, eseguito insieme ai carabinieri della Compagnia di Patti, è riconducibile al flusso sospetto di bestiame che riguardava alcune aziende. Una di queste ospitava al suo interno un intero allevamento non autorizzato, infatti i capi risultavano non essere stati sottoposti ai controlli veterinari per malattie come la tubercolosi o la brucellosi.

Sono circa 200 i bovini non identificati e mai sottoposti ai controlli, ci penseranno le analisi di laboratorio a scongiurare la presenza di malattie infettive. I carabinieri, inoltre, all’interno di un’altra azienda zootecnica, hanno sequestrato oltre una tonnellata di formaggi in fase di stagionatura, quindi era impossibile risalire alla filiera alimentare.

Qui, i militari stessi hanno potuto verificare come il latte di dubbia provenienza veniva usato per produrre prodotti caseari.

(113)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *