La Guardia di Finanza sequestra 576 kg di pesce. Pino e Santisi: “Andrà in beneficenza”

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ben 576 Kg di pesce (novellame di sarda) sequestrato dalla Guardia di Finanza, verrà dato in beneficenza alle associazioni del terzo settore. Lo comunica con una nota l’assessore ai Servizi Sociali, Nina Santisi, e quello alle Politiche del Mare, Sebastiano Pino.

“Grazie alla pronta sinergia tra istituzioni – precisano i due componenti della Giunta –  si è raggiunta una duplice finalità, ovvero da un lato di evitare un enorme spreco di alimenti e dall’altro di dare ristoro ad associazioni che quotidianamente, fornendo servizi di mensa, riescono a sostenere un gran numero di persone in difficoltà”.

Numerosi gli Enti che, contattati, hanno espresso la disponibilità a ritirare prontamente le ingenti quantità di prodotto ittico, tra questi Casa Serena, le mense di S. Antonio e di Cristo Re, le associazioni S. Maria della Strada, Piccole Sorelle dei Poveri, Figlie del Divino Zelo, Senis Hospes Casa Ahmed, la Cooperativa Sociale Arzilla, l’IPAB Regina Elena, la Casa di ospitalità Collereale e la Comunità di S. Egidio.

Gli assessori Santisi e Pino, nel ringraziare per la preziosa disponibilità il comandante della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Messina, Tenente Colonnello Salvatore Valea, ed il luogotenente Giuseppe Spanò, auspicano nuove future e proficue collaborazioni interistituzionali al servizio della comunità.

 

(597)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *