Infermieri senza ferie al Papardo, la UIL-FPL bacchetta Vullo

 La Uil- FPL prende posizione sul nuovo modello organizzativo del Papardo, che prevede, tra l’altro,  il conferimento di incarichi organizzativi al personale infiermieristico, sottraendolo a mansioni assistenziali.
“Come sospettavamo – affermano il segretario generale Uil- Fl Pippo Calapai e il segretario aziendale del sindacato Maurizio Celona – il modello organizzativo del Papardo voluto dal DG  Vullo, attraverso il conferimento di numerosi incarichi di posizioni organizzative e di cosiddetti Rid, sottraendo personale all’assistenza infermieristica, si sta rivelando un fallimento. Tali dipendenti, in questo periodo, avrebbero potuto essere impiegati nell’assistenza per andare a coprire le falle che si sono aperte nel sistema.”
Carichi di lavoro troppo gravosi, dunque, a cui si aggiunge la mancata presentazione di un piano ferie, da qui le proteste dei lavoratori.
“Per la prima volta dopo molti anni – continuano Calapai e Celona –  non è stato presentato alle organizzazioni sindacali un piano ferie, né tanto meno delle valide proposte tali da consentire al personale di usufruire delle ferie previste contrattualmente. Molte lamentele ci sono giunte da parte di lavoratori afferenti a diverse unità operative del Papardo e del Piemonte per via del diniego delle ferie”.
Al fine di superare tali criticità, la Uil Fpl  invita il direttore generale a convocare con estrema sollecitudine le organizzazioni sindacali per la definizione di un percorso condiviso che possa restituire serenità ai lavoratori. I sindacati, infine, sollecitano il pagamento della produttività del 2015, come peraltro in più occasioni è stato promesso venisse liquidata

(80)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *