Ecopass, sul piatto 1 milione e 300mila euro. Ma chi dovrà utilizzarlo?

ecopassLa delibera parla chiaro: l’Ecopass è uno strumento che serve a risarcire una Messina quotidianamente attraversata dai mezzi pesanti. Eppure non sembra ancora chiaro come utilizzare i fondi finora raccolti. Nel 2015 Palazzo Zanca ha incassato 1 milione e 300mila euro dalla tassa di attraversamento. Una cifra importante “contesa” tra due dipartimenti comunali. Da un lato, infatti, c’è l’ufficio Manutenzioni che vuole utilizzare i proventi dell’Ecopass per il rifacimento delle strade, dall’altro il settore Mobilità chiede l’ok per destinare i soldi al rifacimento della segnaletica e agli interventi sugli impianti semaforici.

La questione è stata affrontata questa mattina durante i lavori della Commissione Lavori Pubblici. In Aula sono intervenuti i presidenti di III, IV e V Circoscrizione. Il nodo però non si è sciolto:il dirigente del dipartimento Manutenzioni Antonio Amato ha abbandonato i lavori per altri impegni istituzionali mentre l’assessore Gaetano Cacciola e il dirigente al Dipartimento Mobilità Mario Pizzino non hanno partecipato alla seduta.

Intanto, si attende di sapere quanto ha incassato il Comune dall’Ecopass nel corso del 2016.

 

(116)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *