Convegno Confcommercio, Picciotto: “La Camera di Commercio torni a dirigere l’economia del territorio”

camere“Le Camera di Commercio deve assumere la cabina di regia dello sviluppo economico del nostro territorio”. Lo ha dichiarato Carmelo Picciotto, durante il convegno sul futuro degli Enti camerali, promosso da Confcommercio Messina, al quale ha partecipato fra gli altri il senatore Giorgio Pagliari, relatore del Disegno di legge sul riordino delle Camere di Commercio. Assente ingiustificato, il governo regionale, al quale i rappresentanti delle associazioni di categoria avrebbero voluto chiedere quando cesserà il lunghissimo commissariamento della Camera di Commercio di Messina.

Punto focale del convegno, promosso dalla Confcommercio di Messina, è stato il ruolo delle Camere di Commercio alla luce della riforma della Pubblica amministrazione. L’associazione datoriale, attraverso un emendamento recante la firma del senatore Bruno Mancuso, ha permesso all’Ente camerale di mantenere la propria autonomia.

All’iniziativa, presente il senatore Giorgio Pagliari. Dopo i saluti iniziali di Emilia Barrile, presidente del Consiglio comunale, e del senatore Bruno Mancuso, il presidente di Confcommercio, Carmelo Picciotto, ha affondato i colpi contro chi continua a tenere sospesa la democrazia, tenendo in ostaggio il governo della Camera di Commercio mediante un commissario ad acta.

“Gli imprenditori devono tornare ad essere protagonisti – ha detto Picciotto –. La Camera di Commercio deve coordinare la cabina di regia per il rilancio dell’economia di Messina città metropolitana”.

Successivamente è intervenuto il professore Michele Limosani, che ha ribadito quanto sia importante per una città Metropolitana preservare la Camera di Commercio.

“La nostra città – ha detto – sta subendo continue spoliazioni, vedi la Corte d’Appello, e il mantenimento della Camera di Commercio deve essere salutato come una grande conquista. Ma adesso si deve guardare avanti”.

Queste le parole del senatore Giorgio Pagliari: “Il mio obiettivo, nella qualità di relatore del Disegno di legge sulla Pubblica amministrazione e, in modo particolare della Camera di Commercio, è stato quello di non svilire il ruolo degli Enti camerali. Al contrario si è cercato di rivalutare il loro ruolo ed è compito delle rispettive governance cogliere i lati positivi del Disegno di legge, che tiene comunque conto delle loro esigenze”. Intervenuto anche il professore Guido Signorino, in rappresentanza del sindaco Accorinti.

Presenti, fra gli altri, l’onorevole Mariella Gullo e il deputato regionale Santi Formica.

(85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *