Comitato Salvare l’ospedale Piemonte: “Sindaco, basta con le chiacchere”

minasi marcelloIl presidente ed il segretario Generale del “Comitato Salvare l’ospedale Piemonte”, Marcello Minasi e Giuseppe Calapai, scrivono una lettera aperta al sindaco Accorinti.

“Sindaco Accorinti basta con le chiacchiere. I cittadini di Messina per salvare l’Ospedale Piemonte hanno bisogno del Suo Autorevole intervento.

Le recenti notizie pubblicate dal quotidiano Gazzetta del Sud in merito alla decisione da parte del manager Vullo di chiudere il 10 ottobre 2015 l’Ospedale Piemonte dovrebbe far riflettere il Sindaco di Messina sulla necessità di un urgente intervento mirato a bloccare la decisione del manager.
La recente conferenza dei Sindaci tenutasi a Palazzo Zanca e presieduta dal Sindaco di Messina ha espresso all’unanimità la grave condizione di disagio, cui potrebbero incorrere i cittadini messinesi con la chiusura dell’Ospedale Piemonte, titolare di oltre 30.000 accessi di PSG a cui debbono aggiungersi i circa 10.000 accessi di Pronto Soccorso Ostetrico e Pediatrico.
Lo stesso Rettore dell’Università di Messina nella riunione tenutasi in Prefettura, il 7 settembre c.a., alla presenza del Prefetto, dell’Assessore Regionale alla Salute, della Deputazione Regionale e Nazionale, ha dichiarato che il Policlinico di Messina avrebbe grandissime difficoltà a garantire adeguato soccorso a tutti gli accessi al PSG, attualmente garantiti dal PSG dell’Ospedale Piemonte.
Sig. Sindaco tutto ciò può essere causa, così come paventato dalla Conferenza dei Sindaci di grave condizioni di pericolo per una larga percentuale di abitanti della città, nonché la soppressione dell’Ospedale Piemonte quale punto strategico individuato dalla Protezione Civile.
Pertanto, per i motivi su esposti, le scriventi chiedono alla S.V. l’adozione di una Ordinanza Sindacale di necessità e urgenza che congeli il provvedimento adottato dal manager Vullo, in attesa delle decisioni che saranno intraprese dall’Assessore Regionale alla Salute, in subordine si chiede l’avvio di un ricorso presso il TAR Sicilia.
Cogliamo l’occasione per invitarla alla manifestazione cittadina che si terrà nella giornata dell’8 ottobre c.m. dalle ore 16:00 presso l’area dell’ingresso principale del nosocomio di viale Europa.”

(169)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *