Botteghe comunali, Gioveni: “Si faccia chiarezza sulla gestione”

gioveniCon una nota stampa il consigliere comunale Libero Gioveni pone una serie di interrogativi sulla gestione delle botteghe di proprietà del Comune. In particolare, l’esponente Udc chiede all’amministrazione di fare chiarezza sulla situazione attraverso un censimento che attesti il numero di locali disponibili, quanti sono affittati e a quanto ammontano gli introiti percepiti da Palazzo Zanca.

Gioveni si è dunque rivolto al presidente della X Commissione consiliare Patrimonio Daniele Zuccarello di investire il neo Dirigente del competente Dipartimento Di Leo affinché trasmetta alla Commissione tutti gli atti per poter fare chiarezza,  eccezion fatta per quelli di competenza del Dipartimento Politiche della Casa annessi agli stabili gestiti dall’Iacp e realizzati con i fondi della legge regionale sul Risanamento.

“Questa esigenza – spiega Gioveni – nasce intanto dalla sempre più crescente domanda da parte di cittadini, ditte individuali e associazioni varie che, per le più disparate finalità, vorrebbero utilizzare questi beni, e inoltre anche dall’esigenza di capire come gestisce l’Ente questi immobili che certamente, in un periodo di vacche magre, potrebbero senz’altro rappresentare una preziosa fonte di entrata per le casse comunali. A tutto questo si deve aggiungere anche il fatto – prosegue il consigliere comunale – che la mancanza di un Regolamento che contempli delle precise modalità di assegnazione a terzi di queste botteghe, probabilmente ha permesso in passato delle “leggerezze amministrative” che, seppur assolutamente legittime, andrebbero in qualche modo adesso attenzionate diversamente”.

Il consigliere, con l’auspicio di avere al più presto in Commissione questi atti, fare assoluta chiarezza sull’intera attuale gestione di queste botteghe e capire come invertire la rotta da qui in avanti, sia per il bene dell’Ente, sia per offrire dei servizi migliori e aggiuntivi ai cittadini.

(56)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *