Zuccarello candidato sindaco: «I miei 5 punti per cambiare Messina».

Santi Daniele ZuccarelloLa sala Sinopoli del Vittorio Emanuele ieri pomeriggio era gremita di messinesi che volevano essere presenti all’evento pubblico del candidato a sindaco di Messina di Santi Daniele Zuccarello, che ha iniziato il suo discorso, finalizzato a presentare il suo programma elettorale, con una vera e propria dichiarazione d’amore per la città. «Io amo Messina ed ho deciso di restare e di costruire qui il mio futuro. E’ possibile farlo, ma non è facile».  Tante, infatti, sono le difficoltà che ogni giorno i cittadini devono affrontare, per colpa di quella che Zuccarello definisce la politica dell’anti-impresa. «Negli ultimi 20 anni a Messina ha regnato la politica dell’anti-imprenditorialità che ha messo in ginocchio l’economia della città. Quello che, invece, va sottolineato e che voglio ribadire è che l’impresa porta lavoro e il lavoro porta benessere». Impresa, dunque, è la parola chiave del programma politico di Santi Daniele Zuccarello che ha come obiettivo quello di mettere al primo posto Messina.

Niente guerra fra partiti, quindi, ma l’assoluta e totale disponibilità a creare una rete di persone pronte a lavorare per la città dello Stretto. «Insieme si vince. Insieme è Messina che vince». Solo due sono i grandi NO a cui Zuccarello ammette di non poter fare a meno: No alla politica clientelare e No alla politica d’interesse. «L’interesse che bisogna portare avanti – sottolinea il candidato sindaco – è quello di Messina e non dei politici di turno».

E per fare gli interessi di Messina, Zuccarello ha preparato e presentato un programma semplice, fatto di piccole azioni concrete ed attuabili nell’immediato che possano aiutare da subito a cambiare la città.

I 5 punti del programma elettorale di Santi Daniele Zuccarello

1 – IMPRESA

  • riduzione tassa occupazione suolo pubblico;
  • pass gratuito ad ogni commerciante;
  • occupazione stalli Blu;
  • silenzio assenso (possibilità di occupare il suolo pubblico dopo 30 giorni dalla presentazione della domanda);
  • abolizione autorizzazione insegne.

2 – TURISMO

  • gestione patrimonio storico culturale ai privati;
  • sinergia con autorità portuale;
  • Fiera del gusto;
  • Info-point all’interno dell’area portuale – allo sbarco;
  • pullman comunale per escursioni locali.

3 – AMBIENTE

  • gestione privata dei rifiuti;
  • parchi urbani ai privati (garanzia alla fruibilità libera);
  • installazione colonnine per rifornimento elettrico e acqua;
  • canile sanitario comunale;
  • cimitero per animali.

4 – PATRIMONIO

  • censimento case popolari;
  • censimento beni comunali inutilizzati;
  • concessione beni comunali a privati/associazioni;
  • riattivare le scuole chiuse;
  • massimo impegno per il risanamento.

5 – SPORT E CULTURA

  • gestione impianti sportivi pubblici a Federazioni;
  • affidamento pluriennale dello stadio alla Soc. Calc.;
  • manifestazioni culturali in periferia;
  • favorire musei di tradizione popolare;
  • programmazione manifestazioni estive.

Un capitolo a parte viene dedicato all’argomento disabilità. Zuccarello, infatti, ha sottolineato come sia indispensabile per una città risultare vivibile per tutti i suoi cittadini, nessuno escluso. All’interno del suo programma, quindi, sono stati inseriti anche 4 punti importanti pensati proprio per migliorare la vita quotidiana delle persone con disabilità, che sono:

  • adeguamento di tutti gli uffici pubblici e scuole per consentire l’accesso ai diversamente abili;
  • agevolazioni fiscali comunali alle imprese che permettono l’accesso permanente ai diversamente abili;
  • giochi omologati e adatti ai bambini;
  • accessi alla spiaggia per le carrozzine.

L’incontro di ieri ha rappresentato anche l’occasione per far conoscere anche alcuni dei sostenitori del movimento Missione Messina. Sono tutti giovani messinesi under 40 – ha spiegato Zuccarello – che come me hanno deciso di non lasciare questa città e sono pronti a spendersi per essa». Tra loro c’erano Alessandro Barbera, neo 18enne, Andrea La Rosa, con il quale Zuccarello ha portato avanti la questione della scuola Leopardi, Ciccio Tirrito, archeologo, Giusi Scivolone che opera nel settore del volontariato, Giusy Merlino, laureata in Giurisprudenza di Santo Stefano Medio, e tanti imprenditori come Giovanni Interdonato.

Inizia così ufficialmente il percorso di Santi Daniele Zuccarello verso le elezioni amministrative 2018 di Messina.

(Foto reperita dalla pagina Facebook di Santi Daniele Zuccarello)

(785)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *