Variante di Tutela bocciata: Spadaro (Verdi) interviene

raffaella spadaro“Mancanza di uno studio geologico aggiornato la variante di tutela ambientale”. Questa la motivazione per cui il Genio Civile ha bocciato la variante di tutela ambientale proposta dall’assessorato all’Urbanistica. Raffaella Spadaro,segretaria provinciale dei Verdi, interviene con una nota:

“Nell’attesa della redazione ed approvazione di una variante che risulti coerente con il territorio, l’Amministrazione Comunale consente il perdurare della precedente situazione urbanistica causata dalle ripetute bocciature della Variante proposta dall’amministrazione Comunale.
Si invita, pertanto,il Comune,ovvero il Sindaco, a mettere in atto quei provvedimenti necessari al fine di tutelare la salvaguardia delle persone,delle cose e la tutela del territorio mediante la
sospensione delle attività edificatorie del vigente PRG con un idoneo atto amministrativo che dia soluzioni alla città di Messina, evitando di far cadere le colpe delle proprie inadempienze,inadeguatezza ed incompletezza degli atti amministrativi finora emessi su altri, così come più volte evidenziato dall’ingegnere Capo del Genio Civile di Messina e dal Dirigente del Servizio 3 dell’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente.

L’emissione di un provvedimento atto a scongiurare l’ulteriore utilizzo di suolo risulta necessario, urgente ed indispensabile per la tutela di tutti i cittadini. Tale atto appare ancor più impellente alla luce di quanto riportato dal Servizio regionale di Protezione civile, che individua il territorio della provincia di Messina come quello a più alto rischio idrogeologico tra le provincie siciliane.

Non vorremmo che la Variante di salvaguardia, tanto annunciata e che non ha ancora visto la luce, abbia lo stesso percorso del PICO.

E’vero, per questa città ci vuole ‘un conzo e una pala’, sembra ci siamo persi il pico”

(147)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *